Novità dell’AMI

Foto Iniziale

Coppie bianche: in Italia sono il 30% e per lo più giovani

Coppie che smettono di far sesso. Matrimoni bianchi, relazioni all’interno delle quali non c’è la presenza di alcuna forma di erotismo, presentate come un fenomeno in costante aumento nel nostro Paese. Secondo l’Ami (Associazione matrimonialisti italiani), sarebbero circa il 30% della popolazione. Questo fenomeno, inoltre, rappresenterebbe la fine di una […]

Inserito da
Foto Iniziale

Quando il padre è più maturo e affidabile della madre, non si segua il criterio della “Maternal preference” nell’affidamento dei figli.

Secondo il Tribunale di Milano il criterio di individuazione del genitore maggiormente adatto al collocamento dei figli non è da rinvenirsi nella prevalenza materna. Invero il rispetto del principio della piena bigenitorialità imporrebbe, secondo quanto sostenuto dalla IX Sezione civile di Milano, l’abbandono  del cd. Maternal Preference in Child Custody […]

Inserito da
Foto Iniziale

Molestia o disturbo alle persone ex art. 660 c.p. – Condotta – Elemento psicologico – Non sussiste.

Cassazione Penale, Sez.I – Sent. (ud. 27/01/2016) 28 giugno 2016 n.26776 Il reato di molestia ex art. 660 c.p. realizzato con telefonate e SMS si configura laddove il comportamento sia connotato dalla caratteristica della petulanza, ossia da quel modo di agire pressante, ripetitivo, insistente, indiscreto e impertinente che finisce, per […]

Inserito da
Foto Iniziale

DOVE VA IL NOSTRO TRIBUNALE? QUESTION TIME SULLA NUOVA EDILIZIA GIUDIZIARIA IN ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEGLI ISCRITTI DEL 20.3.2017

AMI, Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani, all’indomani della Consulta delle Associazioni e, alla luce della rassegna stampa delle scorse settimane sul futuro del Tribunale Civile di Bologna e sull’ipotizzato trasferimento degli uffici giudiziari presso la Stamoto, ha predisposto ed inviato, nell’ottica di un confronto democratico e costruttivo, ai propri iscritti, un questionario affinché […]

Foto Iniziale

Azzardo e droghe il 20% delle cause dei divorzi, bisogna introdurre la tessera del giocatore

“Il gioco d’azzardo il consumo di sostanze stupefacenti, quali la cocaina, stanno contribuendo in modo determinante e drammatico alla disgregazione di numerose famiglie, alla proliferazione di procedure di separazione e divorzio, a migliaia di pignoramenti immobiliari e all’adozione di provvedimenti giurisdizionali a tutela di migliaia di minori coinvolti in tali […]

Inserito da