STORIE ITALIANE RA1: L’A.M.I. DALLA PARTE DEI MINORI

| Inserito da | Categorie: Novità dall'AMI Nazionale

E’ andata in onda oggi su Rai1, come di consueto “Storie Italiane” il talk show campione di ascolti della rete ammiraglia Rai, tra gli ospiti della puntata il Presidente A.M.I. Gian Ettore Gassani, di casa da molti anni nella trasmissione, con i suoi interventi sempre puntuali ed equilibrati.

Tra gli argomenti trattati questa mattina, il caso della scomparsa di “Denise Pipitone“, avvenuta nel 2004, durante il lungo intervento Gassani ha cercato di fare chiarezza su alcune dinamiche, sulla nuova pista che in questi giorni è emersa sulla scomparsa della piccola, in sintesi il Presidente si è mostrato molto scettico sull’ipotesi del presunto imbarco su una nave, che all’epoca faceva la tratta Trapani-Tunisi, di fatto  supportando l’ipotesi della trasmissione che aveva cercato di fare luce su questo nuovo filone, dopo l’intervista ai figli della coppia che secondo alcune testimonianze all’epoca, avevano accompagnano un minore in Tunisia di cui si conoscevano solo le iniziali S.S. e un codice fiscale, ( che si presumeva essere la piccola Denise) pista alla luce delle dichiarazioni degli intervistati priva di fondamento.

Inoltre si è parlato durante l’ultima parte della trasmissione della vicenda, dei presunti stupri in un maneggio, dove sono state convolte almeno 6 bambine, un muro di omertà che ha in qualche modo ha offuscato le indagini,  a tal proposito Gian Ettore Gassani ha dichiarato :“queste storie non possono finire a tarallucci e vino….sono cose di un estrema gravità” e ha spiegato ai telespettatori la procedura giudiziaria che seguirà.

Netta la posizione dell’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani da sempre dalla parte della Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia,  in tutte le sedi, specialmente nelle massime trasmissioni tv, dando un notevole contributo  con gli interventi, rendendo più fruibile ai telespettatori i temi legati alle vicende giudiziarie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.