Perde i figli, tunisino si dà fuoco al tribunale dei minori

| Inserito da | Categorie: Novità dall'AMI Nazionale

CAGLIARI – Temeva di perdere i suoi 3 figli, di 12, 10 e 9 anni, è questo il motivo che ha spinto un tunisino di 44 anni a darsi fuoco nella sala del Tribunale minorile di Cagliari. Per i ragazzini, figli del tunisino e di una donna sarda, erano già state avviate le pratiche per l’adozione.

 Questa mattina verso le 9 un uomo, un tunisino, si è cosparso di benzina e si è dato fuoco in una delle sale del tribunale minorile di Cagliari. All’origine del gesto dell’uomo, il timore di perdere i suoi tre figli di 12, 10 e 9 anni, per i quali aveva già perduto la patria potestà e dunque dichiarati adottabili.

Come riportato dall’agenzia Ansa, il tunisino, giunto nella sala udienze del tribunale avrebbe lanciato una busta contenente le foto dei ragazzini sul tavolo del PM e poi si sarebbe cosparso di benzina e si sarebbe dato fuoco.
Il pronto intervento di un carabiniere, che con un estintore ha cercato di spegnere l’uomo, ormai diventato una torcia umana, ha evitato il peggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.