Viola divieto del Tribunale per andare in vacanza con i figli: arrestato a Ischia

| Inserito da | Categorie: Novità dall'AMI Nazionale

ISCHIA – Voleva trascorrere il Ferragosto in famiglia, con i propri figli, nonostante un divieto del Tribunale, ed è finito invece in una cella del carcere di Poggioreale. Lui, 48 anni, nato a Napoli e residente a Ischia, operaio e incensurato, pur essendo gravato dal divieto di dimora presso l’abitazione di famiglia, da un ordine dal Tribunale di Napoli, ieri sera è arrivato ad Ischia, e si è presentato a casa dicendo alla moglie «sono venuto per trascorrere Ferragosto con i miei figli».

La donna, con cui è in corso una causa di divorzio, non ha gradito e ha quindi chiamato i carabinieri. I militari hanno riscontrato l’inosservanza della disposizione del Tribunale ed arrestato l’uomo con l’accusa di stalking e violazione di domicilio è stato condotto stamattina nel carcere di Poggioreale.

Commenti su Viola divieto del Tribunale per andare in vacanza con i figli: arrestato a Ischia

  1. giovanni

    Perchè gli è stato posto il divieto di vedere i popri FIGLI ? Questa è la prima domanda che bisognerebbe porsi !!! dato che fosse un incensurato e nn viene citato nessun tipo di episodio ….. da renderlo cosi MOSTRO , NN E’ POSSIBILE VIETARE AD UN PADRE , quanto ad una madre , IL DIVIETO DI VEDERE I POPRI FIGLI …………..

  2. Gabriele

    C’è di che essere fieri della rapidità della giustizia italiana sarebbe piacevole sapere che a parti invertite funzioni allo stesso modo quando è evidente che non è così. Come viene sanzionato il reato commesso dal genitore che non permette all’altro genitore di vedere i figli? dopo quante volte il genitore privato del diritto di incontrare i propri figli dall’altro, è autorizzato a fare da solo? Questo sistema di cose conduce all’esasperazione le persone soprattutto nei periodi feriali, come questo in cui i tribunali lavorano a regimi ridotti, le forze dell’ordine prestano poca attenzione a reati perseguibili per querela di parte, come la violenza privata, e gli avvocati sono in ferie: ha campo libero il genitore arroganprepotente cui la gestione della materia affido minori ci ha abituato ad avere a che fare.

  3. donato

    il reato di stalking e’ un abuso che ne fanno le donne,
    si va da un eccesso all’altro ma non si risolve il problema
    secondo me, la donna deve accettare come l’uomo che quando una storia finisce si e’ alla pari, invece quando una coppia si sfascia si apre la prospettiva per la donna di una vita migliore a spese del coniuge…….adesso con lo stalking gli rende tutto piu’ facile e’ questa la chiamate giustizia…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.