I genitori hanno sempre l’obbligo di mantenere i figli, anche se perdono la potestà

| Inserito da | Categorie: Novità dall'AMI Nazionale

La Corte di Cassazione interviene per ribadire un principio ormai consolidato: chi decade dalla potestà genitoriale resta comunque obbligato a corrispondere l’assegno di mantenimento per i figli.


Gli Ermellini hanno confermato (sentenza n. 43288/09) la condanna penale ad un padre, imputato per la violazione degli obblighi di assistenza familiare di cui all’art 570 c.p.


Questi, dopo aver perso la potestà genitoriale, aveva deciso di tagliare il mantenimento alla moglie ed alle figlie. La Suprema Corte ha ribadito che la perdita della potestà non può essere assunta come scriminante e lascia inalterati gli obblighi di assistenza verso i figli, almeno da punto di vista patrimoniale.   La decadenza dalla potestà dei figli punisce, sic et simpliciter, il genitore inadempiente dei poteri di rappresentanza e di amministrazione dei beni del figlio, nonché dell’usufrutto legale sui beni stessi, finalizzato alla sua educazione e istruzione.


In sostanza il genitore che non svolge più il suo ruolo naturale di padre o di madre, non decade dai doveri di assistenza e dovrà continuare a mantenere i figli.


Avv. Claudio Sansò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.