La celebrazione del matrimonio tra un cittadino extracomunitario e un’italiana, avvenuta dopo l’emanazione del provvedimento di espulsione, non consente di applicare il divieto di espulsione ai sensi dell’art. 19 T.U. sull’immigrazione. Lo ha ribadito la Cassazione con l’ordinanza 11582/12.



Un cittadino albanese impugna innanzi alla Corte di Cassazione il provvedimento con cui il Giudice di Pace di Catania aveva respinto l’impugnazione del decreto prefettizio di espulsione emesso nei suoi confronti ai sensi dell’art. 13, comma 2, lett. a e b, d.lgs. n. 286/98. Il ricorrente, in data successiva alla comunicazione del provvedimento espulsivo, aveva contratto matrimonio con una cittadina italiana.

Il matrimonio non basta. La Cassazione giudica infondato il motivo di ricorso proposto, sulla base del quale avrebbe dovuto trovare applicazione il divieto di espulsione dello straniero convivente con coniuge di nazionalità italiana, previsto dall’art. 19, comma 2, lett. c, d.lgs. n. 286/98. Tale divieto non è applicabile quando, come nel caso di specie, lo straniero sia già destinatario di un provvedimento di espulsione, dato che la celebrazione del matrimonio non è idonea a rendere inefficace ex post, per fatto sopravvenuto, il provvedimento prefettizio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio