ROMA – La norma approvata la scorsa settimana che permette il disconoscimento da parte della madre del figlio ottenuto mediante procreazione artificiale, apre la possibilità all’ «utero in affitto» e ai bambini alle coppie gay. Èquanto emerso in una riunione informale in commissione affari sociali della Camera, presente il sottosegretario Cecilia Guerra.



Il punto rimane la possibilità, a cui non si era pensato in commissione Affari sociali, di aprire la strada all’utero in affitto, vietato in Italia e nella maggior parte dei Paesi europei. Il caso di scuola (di cui si è parlato nella riunione informale) è quello di una coppia gay, nella quale uno dei due uomini si mette d’accordo con una donna per procreare un bimbo con tecniche artificiali.



Al momento del parto la madre disconoscerebbe il figlio, ma non il padre che dunque lo prenderebbe con se a pieno diritto, «aggirando», per così dire, la norma che vieta l’adozione di bambini da parte delle coppie gay. Naturalmente occorre che uno dei componenti della presunta coppia sia anche sterile, il che restringe la casistica. 



Ma la preoccupazione è aprire il varco. La commissione Affari sociali aspetta il parere della commissione Giustizia che martedì ha avviato il dibattito: la relatrice Anna Rossomando (Pd) ha invitato ad «aprire un dibattito approfondito» su questa norma che «non appare del tutto omogenea al testo e alla ratio complessiva del provvedimento» che contiene misure che vogliono garantire l’anonimato della madre che non intende riconoscere il figlio al momento del parto. Anche il presidente della commissione Giustizia, Giulia Buongiorno, si è detta d’accordo con la sollecitazione di Rossomando.

Tratto da Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Francesco
    "Sono un padre separato da 10 anni....volevo rispondere a Massimiliano....come... "
    Leggi tutto...
  •  michele
    "sono separato dal 1991 e divorziato dal 2006 ho sempre... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
8
ven
09:00 8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Mar 8@09:00–19:00
8 marzo, 365 giorni l'anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Evento in via di accreditamento da parte del COA di Roma. Scheda d’iscrizione 8 marzo 2019 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
15
ven
15:30 ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
Mar 15@15:30–18:30
 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio