“In Italia i patti prematrimoniali non sono ammessi. Nel
nostro Paese non è infatti possibile confezionarsi
matrimoni su misura. L’Associazione Avvocati
Matrimonialisti Italiani presenterà presso la commissione
giustizia del Senato il disegno di legge sui patti
prematrimoniali da istituire in Italia” dice il presidente
nazionale AMI avv. Gian Ettore Gassani. 

“Sono note tuttavia – continua – le resistenze di molti
rispetto all’istituzione di questa vera rivoluzione del
diritto di famiglia nel nostro Paese. In ogni caso i patti
prematrimoniali italiani, laddove fossero un domani accolti
nel nostro sistema, prevederebbero il divieto di cause
vessatorie nei confronti del coniuge economicamente più
debole ed il divieto circa gli accordi che riguardano
l’affidamento dei figli. Non è ammissibile che questi
ultimi possono essere trattati alla mercé di beni
patrimoniali o denaro”

Dal generale al particolare: “I patti prematrimoniali che
secondo le cronache sarebbero stati stipulati da Willam e
Kate Middleton non troverebbero, quindi, mai cittadinanza
nel nostro Paese atteso che essi appaiono del tutto
sbilanciati a favore del marito e prevedono l’affidamento
dei figli a quest’ultimo indipendentemente dalle cause del
divorzio. Simili patti prematrimoniali appaiono del tutto
contrari alla tutela dei diritti soggettivi dei minori e
alle convenzioni internazionali che sanciscono il principio
della bigenitorialità in caso di separazione o divorzio
dei genitori”.

0 risposte a William e Kate, patto pre matrimoniale impossibile in Italia

  • Leopoldo Biletta scrive:

    Beh in primo luogo, in Italia, non c’è la monarchia, problema che sta dietro a questo patto matrimoniale. A loro piace così, come a noi, del resto, deve piacere quel che piace ad una supposta maggioranza di telerincodipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Set
20
ven
15:00 “Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
“Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
Set 20@15:00–18:00
“Assegno divorzile: dalla ratio della pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n.18287/18 alle diverse prassi dei Tribunali di merito” @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
SCHEDA INFORMATIVA Il convegno è gratuito solo per i soci AMI in regola con il versamento della quota associativa per l’anno di competenza. La quota di partecipazione al convegno è di €10,00 pro-capite per tutti[...]
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio