Un edicolante romano 61enne separato pretende dalla ex moglie, casalinga marchigiana 50enne, che ha vinto alla lotteria un milione e mezzo di euro, un assegno di mantenimento da 2mila euro al mese o la metà della vincita. Lo rivelano i legali romani dell’uomo. Ma la vicenda è complicata perché i due sono separati solo di fatto. A rivelare la notizia della vincita al padre è stato il figlio.



La coppia si era sposata nel 1985 a Roma dove aveva vissuto per molti anni, e dall’unione era nato nel 1988 il figlio. Dopo anni di litigi continui, la coppia ha deciso di separarsi di fatto, e la donna, con il figlio, è andata a vivere ad Ascoli Piceno dai propri genitori, mentre il marito è rimasto nella Capitale.

Dopo il 6 gennaio 2011, grazie a una confidenza del figlio che ha passato con il padre il fine settimana, l’uomo ha scoperto che la moglie ha vinto un milione e mezzo di euro alla Lotteria Italia dell’Epifania. Così l’edicolante ha deciso di proporre un ricorso per separazione giudiziale dei coniugi davanti al Tribunale di Roma per chiedere, in relazione a quella super-vincita, un mantenimento di duemila euro mensili, oppure, in alternativa, una liquidazione una tantum di 750mila euro, la metà della vincita.

La tesi sostenuta in giudizio – spiegano gli avvocati – è quella, più volte sposata dalla Cassazione, che le vincite delle lotterie e dei giochi nazionali (totocalcio, superenalotto, gratta e vinci, ecc.) rientrano nella comunione legale dei coniugi anche se la “giocata” è stata effettuata con il denaro personale di uno solo. “Del resto – spiegano gli avvocati dell’edicolante – nel caso in esame, la coppia era separata solo di fatto e non legalmente e, dunque, al momento della vincita ottenuta dalla moglie, vigeva ancora tra i coniugi il regime della comunione legale”.


TG COM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Set
20
ven
15:00 “Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
“Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
Set 20@15:00–18:00
“Assegno divorzile: dalla ratio della pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n.18287/18 alle diverse prassi dei Tribunali di merito” @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
SCHEDA INFORMATIVA Il convegno è gratuito solo per i soci AMI in regola con il versamento della quota associativa per l’anno di competenza. La quota di partecipazione al convegno è di €10,00 pro-capite per tutti[...]
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio