Un marocchino di 23 anni, residente a Chieri (Torino), A.M., ha pagato 3.000 euro ad una donna italiana per sposarla ed avere in cambio il permesso di soggiorno ma, il giorno del matrimonio, lei ci ha ripensato. L’immigrato si è infuriato e l’ha minacciata affinchè assolvesse all’impegno ma sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato l’uomo per “violenza o minaccia per costringere a commettere un reato”. L’episodio è accaduto a Villastellone, comune del torinese. Ad insospettire i militari erano state inizialmente le pubblicazioni di matrimonio e, contattata la sposa, una casalinga torinese di 37 anni, C.R., lei aveva dato risposte contraddittorie sul suo legame con il marocchino. Così lo scorso 13 giugno i militari si sono presentati in Municipio al momento del matrimonio e, quando hanno visto il marocchino minacciare la donna, sono intervenuti e lo hanno arrestato.


L’Unione Sarda.it


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio