«La famiglia nella sua fase patologica uccide più della malavita organizzata». A denunciarlo, in una nota, è il presidente dell’Associazione degli avvocati matrimonialisti italiani, Gian Ettore Gassani. «La tragedia di Cisterna di Latina – sottolinea – dimostra che le separazioni giudiziali, stando alle cronache e alle statistiche giudiziarie, sono sempre più connotate da fatti violenti fino ad arrivare alle stragi. Si tratta del momento più difficile per le coppie. Troppi gli interessi in gioco e il dolore da gestire».

«Quando, nel caso di una separazione giudiziale già avviata, vengono segnalati fatti violenti da uno dei coniugi, quasi sempre la donna, l’Autorità giudiziaria dovrebbe intervenire immediatamente fissando udienze in tempi rapidissimi nonché prevedere fin da subito un percorso di mediazione familiare per ridurre il conflitto e monitorare la situazione», propone Gassani.

«Inoltre, quando il conflitto è particolarmente acceso, dovrebbe essere disposta dal magistrato o dagli organi di Polizia la revoca della licenza di porto d’armi e il sequestro di armi in casa». «Soltanto velocizzando le procedure e coordinando il giudice della separazione con quello penale – conclude il presidente dei matrimonialisti – si possono ridurre di molto i livelli di conflittualità o neutralizzare eventuali atti di violenza».

https://www.leggo.it/italia/cronache/strage_latina_matrimonialisti_la_famiglia_fase_patologica_uccide_piu_malavita_28_febbraio_2018-3577496.html#

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  rossi anna
    "con quali mezzi il coniuge tradito può difendersi da una... "
    Leggi tutto...
  •  Kasparek
    "La punizione più consona per questo abuso e' l'ergastolo Chi... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2018

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio