Ecco un mezzo di prova che difficilmente vedremo ammettere nelle aule dei nostri tribunali.


La nuova tendenza tra i giudici statunitensi, nelle cause di divorzio, è quella di chiedere alle parti di scambiarsi le rispettive password di accesso ai social network.


A settembre in Connecticut il giudice Kenneth Shluger ha ordinato agli avvocati di una coppia che si stava per divorziare di «scambiarsi le password dei loro clienti per l’accesso a Facebook e ai siti di appuntamenti online». E non è l’unico caso, la rivista Forbes ne cita molti altri in cui il giudice ha emesso ordinanze simili o ha chiesto le password per accedere personalmente ai profili sui social network delle parti in causa.

Avv. Claudio Sansò


Presidente AMI SALERNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio