Il distretto di Salerno, nella definizione delle procedure di separazione e divorzio, resta tra i più lenti del panorama giudiziario italiano.


Mentre Trento rappresenta una lepre (1 anno ed un mese per la separazione giudiziale – 1 anno per il divorzio), Salerno, al pari di altre realtà meridionali, vede i tempi di conclusioni di tali procedure, dilatarsi enormemente.


Nel distretto della Corte di Appello di Salerno occorrono ben 2 anni e 4 mesi per giungere ad una sentenza di separazione ed 1 anno e sette mesi per affermare la cessazione del rapporto coniugale (dati Ministero della Giustizia 2009)


Questi tempi insopportabili rappresentano un ulteriore motivo di scontro ed attrito tra i coniugi che si scoprono protagonisti di una lunga battaglia giudiziaria, spesso fonte di gesti inconsueti a causa del notevole stress accumlato .


Per non parlare di Bari e Roma dove occorrono ben 2 anni e 8 mesi l’una ed un mese in meno nella Capitale per separarsi ed addirittura circa 3 anni per il divorzio.


Le separazioni consensuali, in termini assoluti, rappresentano il 56% del totale, contro una media nazionale pari al 70%.


In tutta la regione Campania, nel 2009, l’incidenza delle separazioni coniugali è stata pari al 21% su mille matrimoni, mentre i divorzi sono stati 93 su mille unioni.


AMI SALERNO


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio