La Cassazione, con sentenza n. 17636 depositata in data 15 ottobre 2012, ancora una volta, riconosce rilevanza giuridica alla convivenza more uxorio.

Questa volta, i  giudici di legittimità sono stati chiamati a decidere sulla ripartizione della pensione di reversibilità tra due vedove.

Il primo matrimonio era durato ben trentadue anni, il secondo “soli” nove anni. Ebbene, il Tribunale assegna, a sorpresa, il 70 % della pensione di reversibilità alla seconda moglie ed il restante 30% alla prima.

In Appello, però, i giudici modificano le percentuali ed assegnano il 50% ad entrambe le vedove.

Tale decisione trova la sua ratio sia nella maggiore rilevanza da attribuire alla durata del primo matrimonio (32 anni comprensivi anche del periodo di separazione), sia nelle differenti condizioni economiche in cui versano le due vedove e che vede la seconda moglie con un reddito superiore.

La prima moglie, non soddisfatta della pronuncia della Corte di Appello ricorre in Cassazione.

Quivi viene evidenziato che i giudici di Appello hanno riconosciuto maggiore rilevanza alla durata dei rispettivi matrimoni, ma sono giunti comunque ad equiparare le rispettive quote della pensione di reversibilità, affermando che il criterio temporale è fondamentale e necessario, ma non esclusivo perché possono essere applicati correttivi affidati alla discrezionalità dei giudici.

Nella fattispecie, il correttivo da applicare è, senza dubbio, la durata della convivenza prematrimoniale vantata dalla seconda moglie.

Pertanto, proprio in considerazione di tale dato, la decisione della Corte di Appello risulta legittima e la ripartizione della pensione di reversibilità al 50% tra le due vedove va confermata.

Avv. Marianna Grimaldi

Segretario A.M.I. Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Camelia
    "Buongiorno Mi il mio nome e Camelia sono di origine... "
    Leggi tutto...
  •  Lara
    "La tutela non esiste, le violenze vengono rigirate in conflitti... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mag
23
gio
14:30 Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Mag 23@14:30–18:30
Le nuove frontiere dell'avvocato familiarista: il mediatore familiare e il consulente di comunicazione...istruzioni per l'uso @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Evento accreditato dal COA di Bologna (4 crediti formativi di cui 2 in deontologia forense). Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Giu
7
ven
15:30 AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
Giu 7@15:30–18:30
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRUTTURA E PRASSI @ Sala Convegni — Palazzo Sales
L’evento è in corso di accreditamento presso il C.O.A. di Trapani e l’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Siciliana. La partecipazione è gratuita. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. nlocandina evento AMI Erice[...]
Giu
13
gio
14:30 “La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
“La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
Giu 13@14:30–18:30
“La famiglia da isola che il mare del diritto doveva solo lambire a terra di conquista” @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Biella (3 crediti formativi). E’ possibile iscriversi inviando una Mail a: avv.chiara.reposo@studiolegalereposo.it o un fax al: 0142.690319 Convegno Biella  Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio