Ci sono certo altre associazioni forensi autorevoli e prestigiose e radicate più a lungo nel tempo, ma la caratteristica dell’Ami (Associazione avvocati matrimonialisti italiani) è connessa agli incontri e ai congressi multidisciplinari che organizza: aperti alla gente e ai media. Basta leggere i temi dei convegni, delle giornate di studio e dei corsi di aggiornamento da cui emerge la grande apertura alle problematiche sociali che non fanno parte in senso stretto del diritto di famiglia. Ecco i temi: Il disagio minorile: prevenzione, diagnosi e cure; Scienze criminologiche e nuove tecniche investigative ; L’incremento e la qualificazione dell’occupazione femminile; Città a misura di bambino; Istituzione dello sportello Antimobbing – Antistalking – Antibullismo – Antipedofilia – Antiomofobia .

Ecco perché l’Ami ha coinvolto nei suoi lavori non solo avvocati e magistrati, ma anche persone che si occupano dei diritti della persona: psichiatri, mediatori familiari, psicologi pedagogisti e medici legali per aprire la porta a tutti senza supponenze.

Insomma non si parla solo di violazioni di doveri di mantenimento, di maltrattamento in famiglia, di abusi sessuali, di sottrazione dei minori nazionale ed internazionale, ma anche di eutanasia, di suicidio indiretto, di testamento biologico, delle procedure di cambio di sesso… Per il suo compleanno l’Ami ha voltato pagina e ha organizzato a Roma una cena con serata canora e danzante. L’Ami ammette che si è ispirata alla grande associazione americana Academy of Matrimonial Lawyers, che coinvolge gli associati anche nelle relazioni umane e collaborative e per fare ciò organizza eventi come quello romano. Si vuole creare, al di sopra dei temi che possono essere tristi e angoscianti, un clima di allegria e di unione sociale per smentire un vecchio presidente degli avvocati francesi, il bâtonnier di Parigi, che definiva «la colleganza un odio vigilante». Insomma, alla fine, non resta che andare a ballare.

http://www.corriere.it/digital-edition/CORRIEREFC_NAZIONALE_WEB/2017/07/07/49/relazioni-umane-e-convegni-aperti-limpegno-dellami_U43340363923754nRD.shtml



Potrebbero interessarti anche questi:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  • User Avatar Lucia
    "Queste donne fanno veramente venire il vomito....detto da una donna... "
    Leggi tutto...
  • User Avatar Lucia
    "L'avvocato di tuo fratello è una sanguisuga...perché ricordati una cosa,... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio