L’anno giudiziario del Tribunale ecclesiastico interdiocesano si aprirà ufficialmente il prossimo 9 marzo, quando alla prolusione di Mons. Michele Alfano seguiranno gli interventi dell’Arcivescovo di Salerno Luigi Moretti e di Davide Salvatori, prelato uditore presso il Tribunale della Rota Romana. Secondo il quotidiano La Città oggi in edicola, i dati dell’ultimo anno confermano il trend sulle richieste di annullamento dei matrimoni già registrato nel 2010 e nel 2011.

In tutto lo scorso anno sono state 256 le cause pendenti, sei in più dell’anno precedente. Il tribunale ecclesiastico ha mandato in decisione 88 delle 96 cause incardinate nel 2012, archiviandone tre e confermando l’andamento degli anni precedenti: sul totale, non più del 20% delle cause s’è concluso con la dichiarazione di nullità del vincolo matrimoniale.

A chiedere l’annullamento sono soprattutto due tipologie di coppie: da un lato il classico della difficoltà o dell’impossibilità a concepire un figlio, dall’altro lo specchio dei nostri tempi: vale a dire i casi sempre più frequenti di coniugi collaudati che entrano in crisi per le relazioni extraconiugali sorte a causa di internet.

Sono le chat, secondo i dati, il fattore destabilizzante di alcune coppie, quello che spinge ad avventurarsi in relazioni extraconiugali che finiscono col mettere in crisi matrimoni di lunga durata.

 

3 risposte a Tribunale ecclesiastico Salerno: sempre di più quelli che richiedono l’annullamento del matrimonio

  • Indubbiamente
    le nuove tecnologie possono essere in grado di costituire un pericolo per la vita di coppia per quanto riguarda la fedeltà coniugale ma anche per la cyberdipendenza che può arrecare danni alle relazioni familiari. Ritengo comunque che i capi di nullità di cui al can. 1095 nn.2-3 del codice di diritto canonico possano essere invocati agevolmente in questi casi,

    Avv. Michele Meconcelli

    • C’e’ sempre bisogno di dare la colpa a qualcuno o a qualcosa in questo caso alle chat…,perchè è troppo scomodo pensare che queste relazioni extraconiugali, siano esse cybernetiche o meno, sono la chiara espressione che il rapporto coniugale è finito da tempo. E qualsiasi rapporto coniugale o extraconiugale continuerà a rompersi se passione, intimità e impegno cesseranno di ruotare nella coppia.
      Maria Teresa Marotta
      Counselor e Mediatrice Familiare
      Esperta in Counseling nei conflitti relazionali

  • E’ più comodo dare la colpa a qualcuno o a qualcosa quando un amore finisce. Le relazioni extra coniugali qualsiasi esse siano, cybernetiche o meno, sono l’espressione che qualcosa non va più già da tempo…
    Maria Teresa Marotta
    Counselor e Mediatrice Familiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Nov
23
ven
09:00 X Congresso Nazionale. Quale fut... @ Hotel Cicerone
X Congresso Nazionale. Quale fut... @ Hotel Cicerone
Nov 23@09:00–Nov 24@10:00
X Congresso Nazionale. Quale futuro per il diritto di famiglia? Le riforme che vogliamo: quale affidamento condiviso? @ Hotel Cicerone | Roma | Lazio | Italia
Scarica il programma X Congresso Nazionale AMI_2018 EVENTO IN VIA DI ACCREDITAMENTO DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA L’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) comunica che: sono ammesse[...]
Rispondi al sondaggio