In questi giorni è stato presentato alla Camera dei Deputati un nuovo Disegno di Legge che modifica, parzialmente, la Legge 54/2006. Il suddetto DDL, sottoscritto da 40 parlamentari, affronta 4 aspetti particolarmente importanti.
La prima delle proposte riguarda gli ascendenti.
Secondo il DDL, infatti, i nonni entrano a pieno titolo nell’affido condiviso e potranno rivolgersi direttamente al giudice perchè gli sia riconosciuto il diritto di vedere i nipoti.
La seconda proposta prevede che il giudice dovrà affidare i minori ai due genitori, anche in caso di disaccordo e che il minore avrà sempre il doppio domicilio presso entrambi i genitori.
Inoltre, i genitori manterranno i figli provvedendo direttamente alle spese, rendendo, così, il mantenimento diretto la regola.
Ultima proposta, infine, riguarda la mediazione che diventerebbe obbligatoria almeno nella fase preliminare della separazione.
Primo firmatario e Carlo Costantini, Italia dei Valori, ma sotto c’è la firma almeno di altri 40 parlamentari “bipartisan”, dal centro destra al centro sinistra, tutti convinti che la maggior parte dei giudici, invece di prediligire il principio della bigenitorialità, continuano a prediligere il vecchio sistema dell’affidamento esclusivo alla madre.
Nei Tribunali di Pescara e di Santa Maria Capua Vetere, ad esempio, nel 50% dei casi si continua ad affidare i minori alla madre senza alcuna motivazione plausibile.
 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio