Kosovara 15enne rapita da famiglia rom



E’ stata portata a forza dal Kosovo in Toscana per un matrimonio combinato che si è trasformato in un incubo fatto di violenze fisiche, psicologiche e sessuali. Un blitz al campo nomadi di Coltano della squadra mobile di Pisa ha permesso alla 15enne di tornare finalmente libera. I suoi genitori l’avevano promessa in sposa al primogenito di una famiglia rom in cambio di denaro. I rom però l’hanno rapita prima che compisse i 18 anni. Cinque gli arresti.



Il matrimonio doveva infatti avvenire al raggiungimento della maggiore età da parte della ragazza. Invece la famiglia rom ha subito portato via la giovane dal Kosovo in auto, costringendola per strada a tingersi i capelli, mettere delle lenti a contatto colorate agli occhi e vestire un abito da sposa nel bagno di un autogrill.

Poi, appena arrivata al campo nomadi di Coltano, fra Pisa e Livorno, la ragazza è stata costretta alle nozze con il primogenito della famiglia rom. Da quel momento la 15enne è stata sottoposta a violenze di ogni genere, sia fisiche che sessuali. Nel frattempo, però, la famiglia di origine della ragazza ha denunciato il sequestro della figlia.

Cinque persone, tre donne e due uomini nomadi di etnia rom, da tempo residenti nella provincia di Pisa, sono stati arrestati con l’accusa di tratta di persone, riduzione in schiavitù e violenza sessuale. Inoltre gli investigatori sono in attesa del pronunciamento del tribunale minorile sulla richiesta di arresto anche per il giovane marito della giovane.

Come riporta il quotidiano Il Tirreno la nonna, capo della famiglia rom, è Nebehat Hamiti, 53 anni, e abita a Gello di Pontedera nel Podere Cincinnati; il padre è Riza Haliti, la madre Ibadet Dibrani: tutti e due hanno 33 anni; gli zii sono Erizon Mahmuti, 38 anni, e la moglie Vjolca Dibrani, 37.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Set
20
ven
15:00 “Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
“Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
Set 20@15:00–18:00
“Assegno divorzile: dalla ratio della pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n.18287/18 alle diverse prassi dei Tribunali di merito” @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
SCHEDA INFORMATIVA Il convegno è gratuito solo per i soci AMI in regola con il versamento della quota associativa per l’anno di competenza. La quota di partecipazione al convegno è di €10,00 pro-capite per tutti[...]
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio