(NewTuscia) – I Carabinieri della Stazione di Corchiano sono dovuti intervenire presso una locale e nota ditta del settore ceramico per sedare una lite tra due coniugi in fase di separazione. Il marito si era recato sul luogo di lavoro della consorte per chiarire alcuni aspetti relativi alla loro relazione ma, di fronte alle risposte ricevute, ha reagito passando alle minacce ed alle percosse, il tutto di alla presenza dei colleghi di lavoro che hanno chiamato il 112. I militari, una volta giunti sul posto, hanno cercato di contenere l’uomo che però più volte ha cercato di divincolarsi opponendo resistenza al controllo ed indirizzando minacce anche agli operanti, facendo scattare ai suoi polsi le manette per resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale.



La donna è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso di Civita Castellana, dove veniva medicata e giudicata guaribile con una prognosi di 7 giorni per i traumi al volto a causa dei violenti colpi ricevutivL’arrestato ha poi trascorso due notti in camera di sicurezza fino all’udienza in cui è stato convalidato il fermo ed è stato emesso il provvedimento del divieto di frequentazione del comune di Corchiano e del luogo di lavoro della ex moglie, al fine di evitare ed impedire al colpevole di reiterare la sua condotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Maria Antonietta Simone
    "Condivido appieno il contenuto del messaggio inviato al Governo dal... "
    Leggi tutto...
  •  Gerardo spira
    "In epoca covid 19. Dopo anni rileggo in questa pagina... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio