CAGLIARI – Temeva di perdere i suoi 3 figli, di 12, 10 e 9 anni, è questo il motivo che ha spinto un tunisino di 44 anni a darsi fuoco nella sala del Tribunale minorile di Cagliari. Per i ragazzini, figli del tunisino e di una donna sarda, erano già state avviate le pratiche per l’adozione.

 Questa mattina verso le 9 un uomo, un tunisino, si è cosparso di benzina e si è dato fuoco in una delle sale del tribunale minorile di Cagliari. All’origine del gesto dell’uomo, il timore di perdere i suoi tre figli di 12, 10 e 9 anni, per i quali aveva già perduto la patria potestà e dunque dichiarati adottabili.

Come riportato dall’agenzia Ansa, il tunisino, giunto nella sala udienze del tribunale avrebbe lanciato una busta contenente le foto dei ragazzini sul tavolo del PM e poi si sarebbe cosparso di benzina e si sarebbe dato fuoco.
Il pronto intervento di un carabiniere, che con un estintore ha cercato di spegnere l’uomo, ormai diventato una torcia umana, ha evitato il peggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio