Maltrattamenti in famiglia, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo aggravata: sono le pesantissime accuse che oggi hanno portato in carcere tre persone a Montecorvino Rovella.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Salerno, sono state condotte dal marzo 2012 dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia, a seguito di una segnalazione giunta dai servizi sociali.

Gli investigatori hanno compiuto intercettazioni telefoniche e ambientali che avrebbero permesso di raccogliere forti elementi di responsabilità a carico dei tre arresti.

Le tre vittime delle violenze, costrette e subire reiterati abusi sessuali, sono state allontanate dalla casa di famiglia nello scorso mese di Settembre e collocate in una comunità protetta.

In alcune occasioni, secondo quanto emerso dalle indagini, i tre arrestati avrebbero filmato gli atti sessuali con i minori ed i video immessi nel mercato della pedopornografia. “Un vicenda complessiva di immenso degrado umano che affonda le sue origini nell’ignoranza e nella povertà, prima ancora umana e sociale che economica” si legge fra l’altro nell’ordinanza di custodia firmata dal Gip del Tribunale di Salerno

Tratto da salernonotizie.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio