ROMA – La crisi svuota le tasche ma pure le culle. Per la prima volta, dopo 15 anni, le nascite in Italia sono in calo. Aumentano, tuttavia, i figli nati fuori dal matrimonio e le mamme over40. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto Istat sulla natalità della popolazione residente.


IN DUE ANNI 15.000 BEBE’ IN MENO – I dati del 2009 e del 2010 confermano che è di nuovo in atto una fase di calo delle nascite: se i nati nel 2009 erano stati 568.857, nel 2010 sono scesi a 561.944, circa 15 mila in meno. La lenta, ma continua, ripresa della natalità, avviatasi dal 1995, anno in cui si è registrato il minimo storico (526.064 nati), sembra dunque essersi interrotta. “Il fenomeno – suggerisce l’Istat – può anche essere il riflesso sui comportamenti riproduttivi degli effetti della congiuntura economica sfavorevole”.


ANCHE TRA STRANIERI FRENO NASCITE – Il calo delle nascite è da attribuirsi alla diminuzione dei nati da genitori entrambi italiani (25 mila in meno in due anni), mentre i nati da almeno un genitore straniero continuano ad aumentare, sebbene con un ritmo più contenuto: in media 5 mila nati in più nel 2009 e nel 2010, un incremento dimezzato rispetto a quello osservato nel 2008. Al Nord un nato su quattro ha almeno un genitore straniero I nati da genitori entrambi stranieri sono stati oltre 77 mila nel 2009 e 78 mila nel 2010, poco meno del 14% del totale dei nati.


PIU’ MAMME OVER40 – In Italia le donne decidono di diventare mamme a età sempre più mature: nel 2009 le donne hanno in media 31,2 anni alla nascita dei figli, circa un anno e mezzo in più rispetto al 1995, valore che sale a 31,8 anni per le madri di cittadinanza italiana. Più del 6% dei nati ha una madre con almeno 40 anni, mentre prosegue la diminuzione dei nati da mamme under25 (l’11,1% del totale, percentuale che scende all’8,3% per le madri italiane). In continuo calo le madri minorenni: 2.434 nel 2009, un valore inferiore di circa un quarto rispetto a quello registrato nel ’95.


AL NORD UN FIGLIO SU 4 FUORI DA MATRIMONIO – In continuo aumento sono le nascite al di fuori del matrimonio: i nati da genitori non sposati nel 2010 sono oltre 134 mila (il 23,6% a livello medio nazionale). La percentuale di nati da genitori non coniugati era appena l’8,1% nel ’95. Al Centro-nord, in particolare, i nati da genitori non coniugati sono circa 1 su 4 e arrivano a sfiorare il 30% in molte regioni.


ANSA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio