ROMA – La crisi svuota le tasche ma pure le culle. Per la prima volta, dopo 15 anni, le nascite in Italia sono in calo. Aumentano, tuttavia, i figli nati fuori dal matrimonio e le mamme over40. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto Istat sulla natalità della popolazione residente.


IN DUE ANNI 15.000 BEBE’ IN MENO – I dati del 2009 e del 2010 confermano che è di nuovo in atto una fase di calo delle nascite: se i nati nel 2009 erano stati 568.857, nel 2010 sono scesi a 561.944, circa 15 mila in meno. La lenta, ma continua, ripresa della natalità, avviatasi dal 1995, anno in cui si è registrato il minimo storico (526.064 nati), sembra dunque essersi interrotta. “Il fenomeno – suggerisce l’Istat – può anche essere il riflesso sui comportamenti riproduttivi degli effetti della congiuntura economica sfavorevole”.


ANCHE TRA STRANIERI FRENO NASCITE – Il calo delle nascite è da attribuirsi alla diminuzione dei nati da genitori entrambi italiani (25 mila in meno in due anni), mentre i nati da almeno un genitore straniero continuano ad aumentare, sebbene con un ritmo più contenuto: in media 5 mila nati in più nel 2009 e nel 2010, un incremento dimezzato rispetto a quello osservato nel 2008. Al Nord un nato su quattro ha almeno un genitore straniero I nati da genitori entrambi stranieri sono stati oltre 77 mila nel 2009 e 78 mila nel 2010, poco meno del 14% del totale dei nati.


PIU’ MAMME OVER40 – In Italia le donne decidono di diventare mamme a età sempre più mature: nel 2009 le donne hanno in media 31,2 anni alla nascita dei figli, circa un anno e mezzo in più rispetto al 1995, valore che sale a 31,8 anni per le madri di cittadinanza italiana. Più del 6% dei nati ha una madre con almeno 40 anni, mentre prosegue la diminuzione dei nati da mamme under25 (l’11,1% del totale, percentuale che scende all’8,3% per le madri italiane). In continuo calo le madri minorenni: 2.434 nel 2009, un valore inferiore di circa un quarto rispetto a quello registrato nel ’95.


AL NORD UN FIGLIO SU 4 FUORI DA MATRIMONIO – In continuo aumento sono le nascite al di fuori del matrimonio: i nati da genitori non sposati nel 2010 sono oltre 134 mila (il 23,6% a livello medio nazionale). La percentuale di nati da genitori non coniugati era appena l’8,1% nel ’95. Al Centro-nord, in particolare, i nati da genitori non coniugati sono circa 1 su 4 e arrivano a sfiorare il 30% in molte regioni.


ANSA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio