ROMA – Condannato all’amore part time: a stare sia con la moglie sia con l’amnte. Un giudice di pace ha ingiunto ad un uomo sposato che aveva deciso di accogliere in casa anche un’altra donna di dividere equamente il suo tempo mensile dedicando 15 giorni alla moglie e 15 all’amante. Lo scrive oggi l’agenzia di stampa Pti. Dopo un acceso dibattito in una Lok Adalat, tribunale di conciliazione locale riconosciuto nell’ordinamento giuridico indiano, il giudice Ganga Charan Dube ha accolto il ricorso della moglie che esigeva di poter trascorrere più tempo con il marito, e disposto una equa distribuzione del tempo, e sotto lo stesso tetto, da parte dell’ex dipendente di un Ente elettrico ora pensionato di Khandwa, nello Stato di Madhya Pradsh. Avendo la casa tre stanze, ha stabilito il giudice, il marito si sistemerà al centro in una stanza mentre nelle altre due camere alloggeranno separatamente sua moglie e l’amica. «La stanza di mezzo – ha confermato l’avvocato dello Stato Ashwini Bhate – avrà accesso alle stanze laterali e il tribunale ha imposto all’uomo di trascorrere due settimane con ciascuna delle due sue donne». In base all’accordo, si è infine appreso, l’amante che da due anni era stata accolta in casa avrà diritto, in caso di eredità, al 50% dei beni mobili e immobili dell’uomo.

Tratto da Leggo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  •  Carmine
    "Buongiorno sono padre di un ragazzo di 13,e sono separato... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio