Aumentano le madri che non dichiarano il partner al momento del parto. I dati della Mangiagalli



Con una media di 18 parti al giorno, la Clinica Mangiagalli è il luogo dove sono nati la metà dei milanesi e per il 31 dicembre di quest’anno si stima di arrivare a oltre 6.500 bebè. Punte record a ottobre (676 parti) e un picco massimo datato 6 luglio (33 nascite in 24 ore). In 133 giorni, inoltre, si è superato il tetto dei 20 parti.


A pochi giorni dal Natale la Mangiagalli ha voluto presentare il suo bilancio delle attività. Numeri che confermano l’importanza della clinica ostetrico-ginecologica milanese nel panorama lombardo. E dai dati diffusi alla presenza di Giancarlo Cesana, presidente della Fondazione Ca’ Granda Policlinico; del direttore generale Luigi Macchi, del direttore scientifico Pier Mannuccio Mannucci, del direttore medico del presidio Basilio Tiso, del direttore del dipartimento per la salute della donna, del bambino e del neonato, Luigi Fedele, del direttore dell’Uo di Ostetricia e ginecologia, Giorgio Bolis e del direttore dell’Uo della terapia intensiva neonatale Fabio Mosca, è emerso un ritratto inedito delle neomamme milanesi. Con una novità: una mamma su cinque non dichiara partner.


Non barrano la casella padre, al momento del parto, le 1.298 mamme della Mangiagalli decise a crescere un figlio che porta il loro stesso cognome. Di queste 939 (il 72,3%) sono italiane, età media 35 anni. Le straniere sono 359 (27,7%), 31 anni in media. «È una rilevazione che facciamo soltanto da qualche anno», spiega Basilio Tiso, direttore medico di presidio della Mangiagalli. «Il dato fa riferimento a quello che le donne dichiarano quando partoriscono», precisa. In teoria «hanno altri 10 giorni di tempo per cambiare idea e dichiarare il partner», ma il trend è in costante aumento: «In 5 anni si è passati da un 8-9% di mamme sole a un 20% circa». I numeri riferiti alle mamme sole, è stato precisato si riferiscono al periodo 1 gennaio-30 settembre 2010, quando il totale parti in Mangiagalli era di 4.736.


A fine novembre di quest’anno bambini nati sono stati 6.138. Fiocchi rosa e azzurri sono quasi alla pari: i maschi sono il 51% e le femmine il 49%. Italiano il 77,5% dei genitori, straniero il 22,5%. In tutto 215 i parti gemellari (3,6%), 6 i trigemini e un quadrigemino per un totale di 5.919 parti.


Sostanzialmente stabili gli aborti (1.440), quasi tutti chirurgici (1.422) e soltanto 18 con la pillola abortiva Ru486. A fronte di un aumento delle richieste di interruzioni volontarie della gravidanza, si è registrato un lieve calo degli interventi. Anche per merito del fondo Nasko lanciato dalla Regione Lombardia, che in appena due mesi ha permesso a 103 donne, intenzionate ad abortire esclusivamente per problemi economici, di tenere il loro bambino. A chiedere l’assegno mensile di 250 euro sono state tutte donne sotto i trent’anni soprattutto straniere (70%).


VITA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Camelia
    "Buongiorno Mi il mio nome e Camelia sono di origine... "
    Leggi tutto...
  •  Lara
    "La tutela non esiste, le violenze vengono rigirate in conflitti... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mag
23
gio
14:30 Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Mag 23@14:30–18:30
Le nuove frontiere dell'avvocato familiarista: il mediatore familiare e il consulente di comunicazione...istruzioni per l'uso @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Evento accreditato dal COA di Bologna (4 crediti formativi di cui 2 in deontologia forense). Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Giu
7
ven
15:30 AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
Giu 7@15:30–18:30
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRUTTURA E PRASSI @ Sala Convegni — Palazzo Sales
L’evento è in corso di accreditamento presso il C.O.A. di Trapani e l’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Siciliana. La partecipazione è gratuita. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. nlocandina evento AMI Erice[...]
Giu
13
gio
14:30 “La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
“La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
Giu 13@14:30–18:30
“La famiglia da isola che il mare del diritto doveva solo lambire a terra di conquista” @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Biella (3 crediti formativi). E’ possibile iscriversi inviando una Mail a: avv.chiara.reposo@studiolegalereposo.it o un fax al: 0142.690319 Convegno Biella  Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio