L’Ami Settore Scuola nasce da una riflessione comune della sezione distrettuale di Potenza e delle sezioni territoriali di Vallo della Lucania e Sala Consilina al fine di creare un gruppo di coordinamento  delle attività formative scolastiche del territorio. Invero, l’impegno che l’AMI porta avanti nella tutela delle famiglie e delle persone ha nelle attività di formazione e di prevenzione una vera pietra angolare. Consci della fondamentale importanza rivestita dalle prime esperienze formative e sociali che avvengono nel contesto sociale per la nascita e lo sviluppo di quelle competenze sociali e morali che rendono gli individui soggetti integrati nelle loro comunità, si è reputato oltremodo doveroso contribuire in prima persona al percorso formativo dei cittadini più giovani, la vera e naturale risorsa della società futura. Ancor di più siamo stati sollecitati in questa direzione anche dalla repentina modificazione del tessuto sociale che, probabilmente, il mondo scolastico ha stentato a saper cogliere e assecondare. Nato nella piena convinzione dell’adozione del paradigma della cittadinanza attiva, il progetto Vivi la legalità nella diversità (accolto con favore da numerosi istituti di ogni ordine e grado sparsi sul territorio, in particolare a Sala Consilina dove il primo progetto approvato partirà sabato 22.11.2008)     rappresenta lo sforzo dell’AMI Settore Scuola in questa direzione, dove il contributo dei soci dell’associazione, afferenti a diverse specializzazioni, è messo a disposizione e a sostegno di tutti i soggetti che gravitano intorno al mondo scolastico: in primis i giovani studenti, ma anche insegnanti e genitori, dove tutti saranno stimolati ad agire attivamente e ad essere coinvolti in prima persona nella realizzazione di percorsi idonei per la promozione e lo sviluppo di una coscienza civile sempre più sentita e partecipata. Si provvederà all’apertura di spazi di condivisione di esperienze e di formazione all’interno delle scuole del circondario di ogni ordine e grado, ponendo particolare attenzione sugli elementi di specifica problematicità che potrebbero emergere in itinere, con particolare riferimento alla promozione del rispetto delle differenze e diversità individuali e agli episodi eventuali di bullismo. Tutti i soggetti saranno coinvolti nella pianificazione degli interventi: in questa direzione è stato previsto un momento assembleare di presentazione del progetto in collaborazione con i diversi istituti scolastici, dove vi sarà la possibilità di individuare le specifiche risorse a disposizione e di raccogliere il maggior numero di suggerimenti e proposte possibili.


 


Silvio Calabrese – Ami Vallo della Lucania


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display



codice rosso

Convegno Ami 29 e 30 Novembre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio