In relazione alle dichiarazioni formulate dal Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dal Governatore della Puglia Nichi Vendola sulla possibilità di estendere alle coppie omosessuali l’istituto dell’adozione di figli minori, l’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani) esprime il proprio dissenso.

 

“Adottare non è un diritto degli adulti ma soltanto una possibilità di garantire una famiglia ad uno o più minori abbandonati. E’ questo il senso delle leggi 476/1998 e 149/2001, che regolano le adozioni nazionali ed internazionali, tese a tutelare l’unico vero diritto, quello del minore, di ricevere un modello identico alla sua famiglia di origine composta da un padre e una madre”, così l’avv. Gian Ettore Gassani, presidente dell’AMI, sul tema delle adozioni per le coppie gay.

 

Il matrimonialista spiega: “La paternità e la maternità sono due valori sacri ma profondamente diversi nelle loro dinamiche psicologiche. Non si può a priori contemplare un prototipo di famiglia privo di una delle due figure genitoriali. Ogni bambino nasce da un uomo e una donna e non è affatto ipotizzabile, né accettabile, imporgli modelli a senso unico, in netta contraddizione con la famiglia naturale”.

 

“La visione di Pisapia e di Vendola – afferma il matrimonialista –  è assolutamente adultocentrica perché non tiene conto del diritto del minore ad una famiglia secondo natura ma vuole soltanto rivendicare il diritto delle coppie omosessuali ad avere le medesime opportunità genitoriali di quelle eterosessuali”.

 

E precisa: “L’AMI si è sempre battuta per il riconoscimento del matrimonio delle coppie di fatto omosessuali. E seppure è innegabile che il nostro Paese sia in forte ritardo nel riconoscimento dei diritti civili rispetto ad altri Paesi dell’Unione Europea, occorre ribadire che le adozioni e la genitorialità sono tutt’altra cosa. Sarebbe preferibile aprire le adozioni alle coppie di fatto eterosessuali o ai single, per svuotare davvero gli orfanotrofi di tutto il mondo”.

 

“La posizione dell’AMI non è discriminatoria verso il mondo omosessuale – tiene a chiarire il matrimonialista- ma difende l’esigenza di porre un limite alla ossessionata strategia di equiparare, dal punto di vista genitoriale, le coppie eterosessuali a quelle omosessuali”.

 

Infine: “La svolta auspicata da Giuliano Pisapia e Nichi Vendola, che trova dissensi anche tra gli omosessuali, presupporrebbe profonde modifiche legislative, atteso che nel nostro Paese possono adottare solo coppie sposate eterosessuali, senza alcuna possibilità per i conviventi di diverso sesso di fare istanza di adozione”.

0 risposte a L’AMI dice no alle adozioni da parte delle coppie gay

  • Premesso di non essere gay,non sono d’accordo perché condivido l’opinione di Pisapia. Comunque ritengo queste argomentazioni:”Ogni bambino nasce da un uomo e una donna e non è affatto ipotizzabile, né accettabile, imporgli modelli a senso unico, in netta contraddizione con la famiglia naturale” e ” le adozioni e la genitorialità sono tutt’altra cosa” molto autorevoli e degne di considerazione. Distinti saluti Dr. Vittorio La Peruta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 29 e 30 Novembre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Ott
15
mar
15:00 FAMIGLIA E MINORI: SEMINARIO DI ... @ Aula Grippo - Tribunale di Potenza
FAMIGLIA E MINORI: SEMINARIO DI ... @ Aula Grippo - Tribunale di Potenza
Ott 15@15:00–18:30
FAMIGLIA E MINORI: SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE SUI PIU' RECENTI ORIENTAMENTI DELLA CORTE DI CASSAZIONENTENZE @ Aula Grippo - Tribunale di Potenza
Evento accreditato dal COA di Potenza con 4 crediti formativi. Accreditato altresì con 3 crediti dall’Ordine degli Assistenti sociali della Basilicata. Manifesto 15-10-19 Famiglia e Minori def.Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Ott
18
ven
09:15 Filiazione, nuovi diritti, ruolo... @ Lecce, Aula magna Vittorio Aymone della Corte d'Appello
Filiazione, nuovi diritti, ruolo... @ Lecce, Aula magna Vittorio Aymone della Corte d'Appello
Ott 18@09:15–18:30
Filiazione, nuovi diritti, ruolo del terzo genitore @ Lecce, Aula magna Vittorio Aymone della Corte d'Appello
Evento accreditato dal COA  di Lecce con 6 crediti formativi di cui uno deontologia. CONVEGNO 18 10 2019_Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Ott
25
ven
15:30 Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Ott 25@15:30–Ott 26@11:30
Prospettive di tutela della violenza domestica e di genere @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Evento accreditato dal COA di Lagonegro e dall’Ordine degli Assistenti sociali della Basilicata. Invito_ottobre_Lagonegro_Maratea_ 25-26-10-19Condividi...Facebook0TwitterLinkedin

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio