Roma (Prati) Fin dalle prime ore della notte paralisi e caos nel Tribunale civile, dove per poter depositare una notifica, avvocati, assistenti di studio, segretarie e impiegati di agenzie di disbrigo pratiche sono costretti a mettersi in fila da dopo la mezzanotte, per aggiudicarsi uno dei 150 numeri, che permettono di depositare gli atti agli sportelli.Di fronte al Tribunale Ordinario Civile di viale Giulio Cesare, 52 ogni notte dal lunedì al venerdì si assiste ad un continuo andirivieni di persone infreddolite ed ancora assonnate. Già alle 4 del mattino si contano più di 50 presenze che regolano la fila esterna, mettendo il loro nome su alcuni fogli divisi per tipo di causa: ordinarie, giudici di pace, conti correnti, lavoro.In una città in cui vi sono circa 17.500 iscritti all’ordine degli avvocati, ci sono solo pochi sportelli per le notifiche, ed esauriscono al giorno solo 150 persone in fila. Una vera Vergogna!


                                                            Dott.ssa Cesira Cruciani
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio