di Marina Crisafi – A volte ritornano. E così è stato per il divorzio “diretto”, cui si era pensato di dover dire definitivamente addio dopo lo stralcio al Senato nel corso dei lavori per l”approvazione della riforma sul divorzio breve. La proposta, presentata sotto forma di emendamento, a quella che poi è diventata la legge n. 55/2015, qualcuno ricorderà, era stata stralciata (su proposta della stessa relatrice, la senatrice pieddina Filippin), al fine di una rapida approvazione del provvedimento, date le polemiche e i contrasti che avevano accompagnato l”avvio della discussione in assemblea (leggi: Divorzio breve, no del Senato all”immediato).

Dopo quel “sacrificio”, nessuno ci pensava più e anche se era stato annunciato che la norma avrebbe proseguito il suo cammino sotto forma di disegno di legge autonomo, in molti ritenevano che fosse caduta definitivamente nel dimenticatoio.

Invece, il ddl n. 1504-bis (qui sotto allegato) si è incamminato in Parlamento approdando in questi giorni, dopo i pareri delle commissioni affari istituzionali e bilancio, all”esame della commissione giustizia del Senato.

Il testo è composto da un unico significativo articolo che mira ad introdurre dopo l”art. 3 della legge sul divorzio (l. n. 898/1970), un art. 3-bis contenente la previsione che entrambi i coniugi possano “con ricorso congiunto” e anche “in assenza di separazione legale” chiedere lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio.

Si bypasserebbe così di fatto l”istituto della separazione e dunque i tempi previsti (oggi dopo la riforma di 6 o 12 mesi) per poter chiedere il divorzio.

Il tutto però soltanto, se non vi sono “figli minori, figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ovvero figli di età inferiore ai ventisei anni economicamente non autosufficienti”.

Se sarà la volta buona è ancora presto per stabilirlo, intanto, il ddl sta proseguendo il suo cammino.

Fonte: In arrivo il divorzio diretto
(www.StudioCataldi.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  michele
    "sono separato dal 1991 e divorziato dal 2006 ho sempre... "
    Leggi tutto...
  •  cinzia
    "Una sola parola da chi ha subito violensa.....schifo in tutto... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
29
ven
08:30 CONVEGNO NAZIONALE GLI ASPETTI P... @ PADOVA SALA DIEGO VALERI – VIA VALERI, 17
CONVEGNO NAZIONALE GLI ASPETTI P... @ PADOVA SALA DIEGO VALERI – VIA VALERI, 17
Mar 29@08:30–18:30
CONVEGNO NAZIONALE GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLE CRISI FAMILIARI @ PADOVA SALA DIEGO VALERI – VIA VALERI, 17
L’evento è gratuito e sono ammesse massimo 120 iscrizioni che saranno possibili fino al raggiungimento del numero stabilito e comunque entro e non oltre il 28 marzo. L’evento è in corso di accreditamento presso l’Ordine[...]
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio