Il Tribunale di Catanzaro ha stabilito con decreto n. 443/2019 che il figlio minore della coppia, di anni 6, potrà frequentare i genitori con tempi paritetici.

Il Giudicante ha appurato che il minore aveva sempre vissuto nella casa familiare in cui al momento vive il padre e, pertanto, non ha ravvisato esigenze per cui non potrebbe distaccarsi dalla madre per lungo tempo o di notte, né circostanze che renderebbero la permanenza presso l’abitazione del padre una scelta pregiudizievole e, per tali ragioni, ha stabilito la pariteticità dei tempi di permanenza del minore presso i genitori.

Decreto del Tribunale di Catanzaro affidamento paritetico

Avv. Claudio Sansò

Presidente AMI Salerno – Coordinatore Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

Convegno Ami 4 ottobre 2019

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio