Avere la colf rientra nel tenore di vita coniugale che l’ex moglie ha diritto a conservare anche dopo la separazione.


Ed è giusto chiedere un aumento dell’assegno che versa l’ex marito se la somma non basta a pagare anche la collaboratrice domestica. La Cassazione, nel ribadire che dopo la separazione il coniuge più debole economicamente ha il diritto a “mantenere un tenore di vita analogo a quello che godeva in costanza di matrimonio”, sottolinea che i giudici per stabilire quale fosse questo tenore di vita devono considerare tutti gli elementi a disposizione. Compresi i viaggi all’estero che facevano i coniugi, i vestiti di marca che acquistavano e, non ultima, la colf che potevano permettersi. Perciò i giudici della prima sezione civile della Suprema Corte, con la sentenza 6698, hanno annullato la decisione della Corte d’appello di Bologna che aveva invece respinto la richiesta della signora Angela M. di Ravenna di aumentare l’assegno di 1.832 euro mensili che l’ex marito, primario ospedaliero, le versava per il mantenimento suo e del figlio minore. Nella sentenza dei giudici bolognesi, evidenzia la Cassazione, “è mancato l’accertamento del tenore di vita dei coniugi, tanto più necessario in quanto lo stesso era particolarmente elevato, tanto da permettere viaggi in località e alberghi rinomati, collaboratori familiari nonché l’acquisto di vestiario ad alto livello”. La causa è stata quindi rinviata ai giudici bolognesi per una “nuova valutazione delle circostanze apprezzabili in termini economici”, su cui basare l’adeguamento dell’assegno di mantenimento. Insomma, il matrimonio può naufragare ma colf e abiti griffati vanno portati in salvo.


APCOM 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Camelia
    "Buongiorno Mi il mio nome e Camelia sono di origine... "
    Leggi tutto...
  •  Lara
    "La tutela non esiste, le violenze vengono rigirate in conflitti... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mag
23
gio
14:30 Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Mag 23@14:30–18:30
Le nuove frontiere dell'avvocato familiarista: il mediatore familiare e il consulente di comunicazione...istruzioni per l'uso @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Evento accreditato dal COA di Bologna (4 crediti formativi di cui 2 in deontologia forense). Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Giu
7
ven
15:30 AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
Giu 7@15:30–18:30
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRUTTURA E PRASSI @ Sala Convegni — Palazzo Sales
L’evento è in corso di accreditamento presso il C.O.A. di Trapani e l’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Siciliana. La partecipazione è gratuita. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. nlocandina evento AMI Erice[...]
Giu
13
gio
14:30 “La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
“La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
Giu 13@14:30–18:30
“La famiglia da isola che il mare del diritto doveva solo lambire a terra di conquista” @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Biella (3 crediti formativi). E’ possibile iscriversi inviando una Mail a: avv.chiara.reposo@studiolegalereposo.it o un fax al: 0142.690319 Convegno Biella  Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio