Non mi era mai capitato di provare tanta vergogna per il mio essere uomo.


E credo che questo sentimento sia comune a tanti in questo momento.


Negli ultimi giorni la “mattanza” di donne ha superato ogni limite.


Uno stalker, pluridenunciato e rinviato a giudizio, ha assassinato a distanza di undici ore le sue due vittime; un fidanzato ha assassinato la sua ex fidanzata di appena 16 anni e così altre tragedie soprattutto nel civilissimo nord.


E noi uomini voltiamo la faccia dall’altra parte. Siamo complici silenti di una strage senza senso e senza fine e sguazziamo nella comoda rassegnazione.


Perché non cerchiamo di cambiare la cultura maschile che vede nella donna un oggetto di proprietà?


Non basta fare la conta delle donne uccise per parlare di un fenomeno indegno di un Paese civile e democratico, quale evidentemente  non siamo.


Sono convinto che il codice penale possa fare poco per arginare l’ignoranza di noi maschi.


Assistiamo alla morte di tante mogli, madri, sorelle e fidanzate, senza muovere un dito, senza farci sentire, senza scendere in piazza e dire “BASTA”.


Aspettiamo, forse, che sia una nostra figlia a morire così per mano di un vigliacco per accorgersi di quanto l’ignoranza possa uccidere? Non mi preoccupa solo chi uccide ma soprattutto la “cultura” che arma la mano del maschio ……


              Avv. Gian Ettore Gassani


            Presidente Nazionale AMI                                                               

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  cinzia
    "Una sola parola da chi ha subito violensa.....schifo in tutto... "
    Leggi tutto...
  •  Daniela Bianchi
    "Questa storia somiglia a quella di un mio carissimo amico... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0Google+0TwitterLinkedin
Gen
24
gio
15:00 GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA F... @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA F... @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
Gen 24@15:00–18:00
GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA FAMIGLIA @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
EVENTO ACCREDITATO PRESSO IL CONSIGLIO DELL’ORDINE FORENSE PER N 3 CREDITI FORMATIVI Partecipazione con iscrizione obbligatoria da effettuarsi esclusivamente online sul sito www.amiemiliaromagna.it Convegno 24.1.2019 Condividi...Facebook0Google+0TwitterLinkedin
Gen
31
gio
09:00 CORSO DI ALTA FORMAZIONE in “IL ... @ Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Messina
CORSO DI ALTA FORMAZIONE in “IL ... @ Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Messina
Gen 31@09:00–12:30
Il corso è rivolto ai laureati in materie giuridiche, socio-economiche o sociosanitarie, interessati alla qualificazione professionale nella gestione dei conflitti relativi all’esercizio della responsabilità genitoriale propri delle dinamiche familiari anche conseguenti all’annullamento del matrimonio, alla[...]
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio