La Corte di Cassazione con sentenza n. 13179 depositata il 16 giugno 2011 ha riconosciuto il risarcimento del danno patito dalla moglie anche in favore del marito se a seguito di incidente la moglie, non può più avere rapporti sessuali.


Secondo i Giudici di Piazza Cavour “il fatto illecito, al quale è conseguita la lesione del diritto alla salute dell’attrice, sì da impedire normali rapporti sessuali, è altresì lesivo del diritto del marito a intrattenere rapporti sessuali con la moglie. La lesione di tale diritto, che inerisce a un aspetto fondamentale della persona, comporta conseguenze dannose risarcibili ai sensi dell’articolo 2059 cod. civ. avendo esse carattere non patrimoniale. Inoltre, superando la definizione di danno <riflesso>, va affermata la risarcibilità del danno in parola ex articolo 1223 cod. civ, pur sofferto da soggetto diverso da colei che ha subito le lesioni, poiché conseguenza normale dell’illecito, secondo il criterio della cosiddetta “regolarità causale”.


Avv. Katia Lanosa Presidente AMI Emilia Romagna


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio