Il Governo ha varato il decreto flussi per il 2008 e finalmente gli immigrati, dopo che negli anni precedenti sono stati costretti a sorbirsi file estenuanti, ora avranno la possibilità di presentare domanda via internet.


Chi intende trasferirsi in Italia per lavoro, ma anche per motivi di studio o ricerca , potrà trasmettere la domanda di soggiorno, comodamente da casa.


Saranno coinvolti, per la migliore riuscita del provvedimento, i patronati, i sindacati ed il mondo dell’associazionismo (ACLI E ARCI) con compiti di orientamento e informazione.


Venendo ai numeri, il decreto prevede circa 170.000 ingressi di cittadini extra UE di cui 65.000 sono riservati a colf e badanti. 14.200 posti sono riservati al settore edile, mentre 30.000 per le altre attività produttive. Mille ingressi sono in favore di dirigenti o personale altamente qualificato.  


Avv. Claudio Sansò – AMI SALERNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  marco
    "Al tribunale penale alla magistratura superiore che valutera il caso... "
    Leggi tutto...
  •  yulia
    "mio figlio prende la sua bimba ogni fine settimana ,purtoppo... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio