I figli crescono e se ne vanno e per i coniugi al momento del divorzio si pone il problema dell’assegnazione della casa familiare: Il giudice del divorzio non può ignorare gli accordi fra i coniugi avutisi in sede di separazione.


Lo ha sancito la Corte di cassazione con la sentenza 387/12 e pubblicata il 13 gennaio u.s.


L’accordo omologato dal giudice della separazione recitava «L’immobile in questione verrà posto in vendita a terzi con modalità che i coniugi stessi stabiliranno di comune accordo, quando i figli si trasferiranno altrove la loro residenza e quindi tale abitazione non sarà più di loro necessità».


Il giudice del divorzio, nell’assegnazione della casa coniugale, erroneamente, non tenne conto che nel frattempo non si era realizzata la condizione posta a suo tempo dai coniugi separati e per tale motivo la sentenza impugnata è risultata viziata laddove non ha tenuto conto delle ragioni, eventualmente sopravvenute.


La legge sul divorzio subordina il provvedimento di assegnazione della casa coniugale alla presenza di figli minori o maggiorenni non autosufficienti conviventi con i coniugi. In assenza di questi presupposti la casa in comproprietà non può quindi essere assegnata dal giudice e resta soggetta alle norme sulla comunione salvo che non esistano eventuali accordi di natura negoziale intercorsi in sede di separazione che dispongono diversamente.


 


Avv. Claudio Sansò


Presidente AMI SALERNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio