A 41 anni e con un lavoro stabile e ben retribuito l’uomo vive ancora in casa con loro


Stanchi della sua presenza ingombrante e delle continue vessazioni, i genitori di un 41enne di Mestre che vive ancora in casa con loro si sono rivolti ad un’associazione di consumatori (l’Adico, Associazione Difesa Consumatori) che gli ha intimato di lasciare l’abitazione paterna entro 10 giorni. In caso contrario, partirà una denuncia al Tribunale di Venezia. L’uomo ha un lavoro stabile e ben retribuito.

Dopo innumerevoli vani tentativi di convincere il loro figlio di 41 anni a lasciare il tetto familiare, una coppia di genitori ha chiesto aiuto all’Adico, l’Associazione Difesa Consumatori di Mestre, per avere assistenza legale. I due anziani genitori si sono detti allo stremo, stanchi di sopportare le continue vessazioni di un figlio piu’ che adulto, e ben sistemato, ma che non ha alcuna intenzione di lasciare la cameretta della sua infanzia, i vestiti lavati e stirati e i pasti sempre pronti. Cosi’ l’ufficio legale dell’Adico, a cui mamma e papà si erano rivolti, ha fatto partire una lettera di diffida al figlio “bamboccione” intimandolo a lasciare la casa familiare entro 10 giorni. In caso il figlio non traslochi, il caso sarà sottoposto al Tribunale di Venezia, con la richiesta di un ordine di protezione per i due genitori anziani.

La coppia ha tentato più volte di allontanare l’uomo ma invano. La vita con lui – spiega l’associazione – per loro è diventata insopportabile. Non solo per l’obbligo di camicie stirate e pasti pronti, ma anche per le continue richieste e un atteggiamento, pare, violento e aggressivo, che ha portato addirittura al ricovero della madre a causa dello stress.

Il “diffidato” si è anche fatto sentire alcuni giorni dopo, lasciando un messaggio in segreteria, e ha detto che in famiglia si stava cercando una soluzione. Ma, a quanto pare, senza nessun cambiamento.

Per l’associazione non è il primo caso del genere. Proprio per questo, il padre del 41enne si era rivolta all’Adico. Un caso simile, accaduto a Venezia, si è risolto positivamente con l’uscita di scena del figlio dall’appartamento di famiglia. Per sicurezza, però, il padre ha cambiato la serratura del portone d’ingresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Fortunato Rocco Aquino
    "Caro collega che la terra ti aia liece "
    Leggi tutto...
  •  Александр
    "30 LUGLIO 2019 Con l ordinanza n. 9990 del 10.04.2019... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »
Feb
5
ven
15:00 “Il Conflitto familiare – Rifles... @ Pescara - webinair
“Il Conflitto familiare – Rifles... @ Pescara - webinair
Feb 5@15:00–18:00
“Il Conflitto familiare – Riflessioni giuridiche e psicologiche” @ Pescara - webinair
Per l’evento verrà presentata richiesta di accreditamento al CNF per il riconoscimento crediti formativi per la formazione professionale continua Avvocati. Per prenotarsi occorre effettuare la registrazione al seguente link https://us02web.zoom.us/webinar/register/ WN_Y8G1q528Swu9hQl6m5HQWw . La partecipazione è[...]
Mar
12
ven
15:00 Master in diritto penale di fami... @ Webinar - Roma
Master in diritto penale di fami... @ Webinar - Roma
Mar 12@15:00–Ott 29@18:00
MASTER DIRITTO PENALE DELLA FAMIGLIA Master a cura dell’AMI (Associazione Matrimonialisti Italiani) in collaborazione con StudioCataldi.it – In Videoconferenza su ZOOM Dal 12 marzo 2021 al 29 ottobre 2021 (ogni venerdì dalle 14:00 alle 17:00), 34 moduli[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio