L’indagine conoscitiva svolta dalla commissione Affari sociali della Camera sulle condizioni delle famiglie in Italia ha sottolineato che è in crescita il numero delle famiglie che affida stabilmente la cura dei minori ai nonni, ai parenti o agli amici.
Dalle rilevazioni ISTAT emerge che i bambini di età compresa tra 1 e 2 anni con madre che lavora vengono affidati, nell’ordine ai nonni (52,3%), al nido privato, al nido pubblico e alla babysitter.
Il 28,3% delle madri che non si avvalgono di un nido avrebbero in realtà voluto usufruirne ma non lo hanno fatto per l’assenza o la lontananza delle strutture (22%), per la carenza di posti disponibili, per i costi elevati, per la rigidità dell’offerta.
Va inoltre rilevato che solo nel 30% dei comuni ci sono asili nido. D’altro canto la quota parte di spesa sociale destinata all’infanzia in Italia si caratterizza per essere una delle più basse in Europa.


www.camera.it/_dati/lavori/bollet/chiscobollt.asp?content=/_dati/lavori/stencomm/12/indag/famiglie/elenco.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio