L’avvocatessa in maternità ha lo stesso diritto delle altre donne lavoratrici ad essere esentata dal lavoro per tre mesi dopo il parto nonché a chiedere il rinvio delle udienze fissate in quel periodo di tempo.

Per questo motivo, la Corte d’appello di Firenze ha annullato la sentenza di condanna del tribunale di Pistoia contro un uomo accusato di aver rubato un orcio perché il legale difensivo donna non potè presenziare all’udienza, avendo partorito 25 giorni prima.

L’avvocatessa aveva chiesto il rinvio dell’udienza ma il gup di Pistoia, sezione distaccata di Monsummano, non ritenne rilevante il motivo dell’impedimento a comparire da parte della donna. L’udienza si svolse il 20 maggio 2008 con un sostituto del titolare difensore e l’imputato è stato condannato l’11 giugno 2010. La Corte d’appello ha annullato la sentenza di primo grado “per violazione di assistenza dell’imputato“, dando rilevanza allo stato di gravidanza-maternità del difensore stesso, ai fini della richiesta di rinvio di udienza per un suo legittimo impedimento.

“La sentenza – ha spiegato l’avvocato Chiara Mazzeoconsigliere provinciale di parità a Pistoia – riconosce il diritto all’astensione per maternità anche alla libera professionista, in questo caso l’avvocato penalista, per il periodo previsto dalla legge per il congedo obbligatorio di maternità, ossia i due mesi precedenti e i tre mesi successivi al parto”.

Una sentenza innovativa, come ha sottolineato la consigliera regionale di parità Wanda Pezzi: “La novità di questa sentenza è che contribuisce ad un cambiamento culturale del modello organizzativo e del concetto di maternità. Questa sentenza riconosce il diritto dell’uomo o della donna che vogliono stare con i loro bambini neonati e farli crescere.

QN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display



codice rosso

Convegno Ami 29 e 30 Novembre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Dic
16
lun
09:30 Diritto del minore ad una famigl... @ Napoli, Sala C3 Centro direzionale
Diritto del minore ad una famigl... @ Napoli, Sala C3 Centro direzionale
Dic 16@09:30–14:30
Diritto del minore ad una famiglia: disagio familiare, affido familiare, case famiglia. I servizi sociali in Campania @ Napoli, Sala C3 Centro direzionale
Il convegno è accreditato dal COA di Napoli (4 crediti formativi) e in via di accreditamento dall’Ordine degli assistenti sociali della Campania. Le iscrizioni potranno essere inviate a mezzo e-mail a salerno@ami-avvocati.it ovvero a napoli@ami-avvocati.it[...]
15:00 PROFILI DEONTOLOGICI DELL’AVVOCA... @ Auditorium “Adone Zoli” dell’Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia (Blocco G – Piano 0)
PROFILI DEONTOLOGICI DELL’AVVOCA... @ Auditorium “Adone Zoli” dell’Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia (Blocco G – Piano 0)
Dic 16@15:00–18:00
PROFILI DEONTOLOGICI DELL’AVVOCATO FAMILIARISTA @ Auditorium “Adone Zoli” dell’Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia (Blocco G – Piano 0)
Modalità di iscrizione: La partecipazione è gratuita. Verranno accettate esclusivamente le richieste ricevute telematicamente attraverso l’area riservata Sfera alla quale si potrà accedere dal link presente sulla pagina dell’evento pubblicato sul sito Termine cancellazioni: Si[...]
Dic
18
mer
15:45 Il lavoratore e l’ambiente di la... @ Termoli, Università del Molise, Aula Adriatico
Il lavoratore e l’ambiente di la... @ Termoli, Università del Molise, Aula Adriatico
Dic 18@15:45–19:00
Il lavoratore e l'ambiente di lavoro: strumenti di tutela @ Termoli, Università del Molise, Aula Adriatico
Evento accreditato dall’Ordine di Larino con 4 crediti formativi. Condividi...Facebook0TwitterLinkedin

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio