PORTO RECANATI (MACERATA), 6 GIU – Assumono droga in auto davanti ai figli di 3 e 4 anni, vanno in overdose, e a salvarli e’ la bambina di 3 anni, che scende dall’auto e, in lacrime, richiama l’attenzione dei passanti: ”Mamma sta male…”. Si e’ sfiorato il dramma a Porto Recanati (Macerata), in una pineta vicino alla spiaggia, dove la famigliola, padre e madre di circa 40 anni, della zona, e i due bambini, un maschietto di quasi 4 anni e la sorellina, aveva parcheggiato la vettura. Era il tardo pomeriggio di ieri, l’ora in cui i bagnanti lasciano la spiaggia. La coppia ha deciso di drogarsi proprio li’, incurante del fatto che i due figli assistessero alla scena, probabilmente non per la prima volta. Lo stupefacente (overdose da oppiacei diranno i medici) ha tolto i sensi sia all’uomo sia alla donna, sotto gli occhi dei bambini. La piu’ piccola ha capito subito che stava succedendo qualcosa di brutto: e’ riuscita ad aprire lo sportello e a scivolare fuori dalla macchina chiedendo aiuto. Sono stati chiamati i carabinieri, un’ambulanza del 118 ha trasportato la coppia in ospedale. I genitori si sono ripresi quasi subito, i bambini sono stati portati via dai carabinieri e affidati ad alcuni parenti. Ora la loro situazione verra’ segnalata alla procura dei minori. Nell’auto c’era ancora una piccola quantita’ di droga, messa sotto sequestro. Intanto si indaga per rintracciare gli spacciatori. (ANSA).

0 risposte a GENITORI IN OVERDOSE DAVANTI FIGLI, BIMBA 3 ANNI DA’ ALLARME

  • anna scrive:

    non ci sono parole! ci sono coppie che soffrono perchè non possono avere figli, ed
    altre che non apprezzano minimamente questo dono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Camelia
    "Buongiorno Mi il mio nome e Camelia sono di origine... "
    Leggi tutto...
  •  Lara
    "La tutela non esiste, le violenze vengono rigirate in conflitti... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mag
23
gio
14:30 Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Le nuove frontiere dell’avvocato... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Mag 23@14:30–18:30
Le nuove frontiere dell'avvocato familiarista: il mediatore familiare e il consulente di comunicazione...istruzioni per l'uso @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi
Evento accreditato dal COA di Bologna (4 crediti formativi di cui 2 in deontologia forense). Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Giu
7
ven
15:30 AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRU... @ Sala Convegni — Palazzo Sales
Giu 7@15:30–18:30
AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO STRUTTURA E PRASSI @ Sala Convegni — Palazzo Sales
L’evento è in corso di accreditamento presso il C.O.A. di Trapani e l’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Siciliana. La partecipazione è gratuita. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. nlocandina evento AMI Erice[...]
Giu
13
gio
14:30 “La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
“La famiglia da isola che il mar... @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
Giu 13@14:30–18:30
“La famiglia da isola che il mare del diritto doveva solo lambire a terra di conquista” @ BIELLA - Sala Becchia - Via Quintino Sella, 12
L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Biella (3 crediti formativi). E’ possibile iscriversi inviando una Mail a: avv.chiara.reposo@studiolegalereposo.it o un fax al: 0142.690319 Convegno Biella  Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio