Sì all’assegno per il figlio naturale in affido condiviso. La regola del mantenimento “indiretto” si impone se la sistemazione del figlio minore, anche naturale, è predominante presso uno dei genitori. Nel senso che, in caso di collocamento prevalente del minore presso la madre, il padre è tenuto a corrispondere un assegno periodico in quanto genitore non collocatario. La somma da versare, poi, sarà proporzionale ai tempi di affidamento.


Per questi motivi la Cassazione con la sentenza 22502/10 ha respinto il ricorso di un padre contro il decreto che stabiliva l’assegno di mantenimento in favore della figlia nata fuori dal matrimonio. Senza successo, infatti, l’uomo ha cercato di sostenere a piazza Cavour la sua richiesta di “mantenimento diretto” perché la bambina, anche se collocata prevalentemente presso la mamma, passava moltissimo tempo con lui. In pratica, chiedeva di contribuire direttamente alle sue esigenze quotidiane ed eventualmente, se necessario, di versare un assegno perequativo in favore della madre.


La Cassazione è stata di diverso avviso perché ha affermato, come previsto dalla legge, che il genitore non collocatario del minore deve versare una somma proporzionale ai tempi di affidamento, gestita dall’altro genitore, che paga le spese correnti. Insomma, non va dimenticato che la regola generale – anche per i figli naturali – è sempre quella che ogni genitore provvede al mantenimento dei figli in misura proporzionale al suo reddito. Ciò deriva direttamente dall’articolo 155 Cc, novellato dalla legge 54/2006 sull’affido condiviso, che stabilisce l’opportunità di fissare un assegno periodico nel caso di collocamento prevalente del figlio presso un genitore. L’obbligo di versamento grava su chi non è collocatario del minore e l’importo risulterà determinato in base ai tempi di permanenza presso ciascun genitore.


La Stampa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Francesco
    "Sono un padre separato da 10 anni....volevo rispondere a Massimiliano....come... "
    Leggi tutto...
  •  michele
    "sono separato dal 1991 e divorziato dal 2006 ho sempre... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
8
ven
09:00 8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Mar 8@09:00–19:00
8 marzo, 365 giorni l'anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Evento in via di accreditamento da parte del COA di Roma. Scheda d’iscrizione 8 marzo 2019 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
15
ven
15:30 ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
Mar 15@15:30–18:30
 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio