È  fatto divieto ad un genitore di impedire all’altro di trascorrere del tempo con il proprio figlio per il periodo assegnatogli nella fase di separazione, in tal caso commette delitto di mancata esecuzione dolosa del provvedimento stabilito dal giudice.
In aggiunta, se il consenso del genitore affidatario viene subordinato al pagamento dell’assegno mensile, commette anche reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.
Questo è quanto è stato stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza dell’8 luglio 2009, n. 27995. La giurisprudenza in materia di separazione stabiliva che il mancato rispetto delle prescrizioni giudiziarie non comportassero necessariamente ed automaticamente la commissione di un reato.
Nel caso in specie, invece, la Suprema Corte ha stabilito che le motivazioni presentate dal genitore affidatario non fossero sufficienti a superare un ordine del tribunale.


IL SOLE 24ORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

Convegno Ami 4 ottobre 2019

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio