È stata applicata in Italia la legge spagnola del 2005 che prevede la possibilità di sciogliere il vincolo matrimoniale dopo tre mesi e senza separazione su richiesta anche di un solo coniuge.
Con un provvedimento innovativo (sentenza 1723/2009) il Tribunale di Firenze ha accolto l’istanza di divorzio di una donna fiorentina che, dopo essersi sposata in Italia con un cittadino spagnolo, era andata a vivere in Spagna dove però il rapporto con il marito era naufragato. Per la pronuncia del divorzio il Tribunale non ha atteso di recepire la sentenza del giudice spagnolo, ma ha direttamente applicato in Italia la legge straniera poichè considerata la sola idonea a regolare il rapporto tra i due coniugi.
Sussistendo la giurisdizione italiana, poichè uno dei coniugi è cittadino, il Giudice fiorentino ha ritenuto di applicare l’articolo 31 della legge 218/1995 secondo cui il divorzio dev’essere regolato dalla legge nazionale comune dei due coniugi al momento della domanda. Se la legge comune manca, si applica la legge dello Stato in cui il rapporto coniugale è stato vissuto per più tempo.
Nel caso in questione la donna aveva provato di aver vissuto la maggior parte del tempo in Spagna e, pertanto, il Tribunale di Firenze ha deciso di applicare la legge spagnola. In particolare “diviene irrilevante che (divorziare) sia conseguibile all’esito di un percorso che prevede il meccanismo della doppia pronuncia (di separazione prima e di divorzio poi) ovvero con un’unica pronuncia. Quel che davvero rileva è che le valutazioni di politica sociale operate dal legislatore straniero siano conformi a quelle del legislatore italiano, ossia sottopongano a un vaglio giurisdizionale, e non meramente amministrativo, la verifica delle condizioni previste”.
La legge spagnola non è risultata in contrasto con i principi fondamentali della Costituzione e dell’ordinamento italiano, pertanto era l’unica legge applicabile al caso di specie essendo trascorsi poco più di tre mesi dalla celebrazione del matrimonio.


LA STAMPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display



codice rosso

Convegno Ami 29 e 30 Novembre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Ott
25
ven
15:30 Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Ott 25@15:30–Ott 26@11:30
Prospettive di tutela della violenza domestica e di genere @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Evento accreditato dal COA di Lagonegro e dall’Ordine degli Assistenti sociali della Basilicata. Invito_ottobre_Lagonegro_Maratea_ 25-26-10-19Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Nov
29
ven
09:00 XI CONGRESSO NAZIONALE AMI – LE ... @ Residenza di Ripetta - Roma
XI CONGRESSO NAZIONALE AMI – LE ... @ Residenza di Ripetta - Roma
Nov 29@09:00–Nov 30@18:00
XI CONGRESSO NAZIONALE AMI - LE PERSONE NELLA RETE: "CONNESSIONE AD ALTO RISCHIO" @ Residenza di Ripetta - Roma
EVENTO IN VIA DI ACCREDITAMENTO DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA L’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) comunica che: sono ammesse max duecento iscrizioni che saranno possibili[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio