E’ stato arrestato dalla polizia con l’accusa di omicidio il ternano di 43 anni che oggi – in base a quanto emerso dagli accertamenti – ha ucciso con un colpo di fucile da caccia la compagna trentacinquenne nella loro abitazione a ridosso del centro della città. Davanti alla figlia di sette anni, mentre il secondo figlio della coppia, di tre anni, dormiva in un’altra stanza.  Il movente del delitto è ancora al vaglio della squadra mobile di Terni ma sembra che tra i due ci fossero da tempo diversi problemi. Tanto che la donna, una cameriera originaria della Puglia, voleva lasciare il suo compagno, impiegato in un grande magazzino. Nel primo pomeriggio di oggi l’ennesima lite sarebbe stata provocata dalla volontà dell’uomo di cambiare l’auto (decisione sulla quale però la trentacinquenne non sarebbe stata d’accordo). Tre i colpi sparati dal ternano nella camera da letto della figlia sedicenne della sua compagna (avuta da una precedente relazione) che in quel momento non era però in casa. Uno ha raggiunto al cuore la cameriera, in pratica uccidendola sul colpo, mentre gli altri due sono finiti sul muro. L’uomo è poi uscito di casa, vagando a piedi per diversi minuti prima di raggiungere la questura e costituirsi. Quando gli agenti si sono recati all’appartamento è stata la figlia di sette anni della coppia ad aprire loro la porta, visibilmente sotto choc. L’omicidio è avvenuto in un appartamento che si trova al terzo piano di un palazzo in via Brodolini. Lo stesso stabile nel quale abitano anche alcuni familiari della vittima.


fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display



Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Ott
26
ven
08:30 IMMIGRATI : QUALI DIRITTI? @ Palazzo di Giustizia di Agrigento - Aula Livatino
IMMIGRATI : QUALI DIRITTI? @ Palazzo di Giustizia di Agrigento - Aula Livatino
Ott 26@08:30–13:00
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Agrigento con 3 crediti formativi con delibera del 27.09.2018 . La partecipazione è gratuita . Per iscriversi occorre inviare una e.mail all’indirizzo palermo@ami-avvocati.it indicando nome, cognome, foro di[...]
15:30 Messa alla prova del processo mi... @ Aula Grippo Tribunale di Potenza
Messa alla prova del processo mi... @ Aula Grippo Tribunale di Potenza
Ott 26@15:30–19:00
Messa alla prova del processo minorile. Obiettivi di reinserimento sociale @ Aula Grippo Tribunale di Potenza
Evento interdistruttuale tra dell’AMI di Potenza e l’AMI di Bari. Accreditato dal COA di Potenza 3 crediti formativi 1 di deontologia. Condividi...Facebook0Google+0TwitterLinkedin
Nov
23
ven
09:00 X Congresso Nazionale. Quale fut... @ Hotel Cicerone
X Congresso Nazionale. Quale fut... @ Hotel Cicerone
Nov 23@09:00–Nov 24@10:00
X Congresso Nazionale. Quale futuro per il diritto di famiglia? Le riforme che vogliamo: quale affidamento condiviso? @ Hotel Cicerone | Roma | Lazio | Italia
Scarica il programma X Congresso Nazionale AMI_2018 EVENTO IN VIA DI ACCREDITAMENTO DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA L’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) comunica che: sono ammesse[...]
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio