LE SEPARAZIONI CONIUGALI E


L’AFFIDAMENTO DEI FIGLI


ALLA LUCE DELLA L. 54/2006


 


ASSICURARE AI FIGLI  LA


BIGENITORIALITÀ


È UN PROBLEMA GIURIDICO,


                                    MORALE O ETICO ?


 


 


Potenza, Venerdì 7 dicembre 2007 – ore 16,30


AULA MAGNA – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA


Macchia Romana


 


 


 


È invitata l’intera società civile


perché nessuno è immune dal problema


 


 


 


 


 


LE ASSOCIAZIONI ORGANIZZATRICI


 


Associazione per i Diritti del Fanciullo


Il principale scopo dell’Associazione per i diritti


del Fanciullo, che aggrega i genitori, a prescindere


dall’essere madri o padri, è quello di sensibilizzare


le istituzioni e la società civile tutta sulla importanza


primaria della tutela dei diritti dei minori e della


loro dignità e sul loro sacrosanto diritto ad avere


un padre ed una madre, ovvero il diritto ad avere


relazioni significative e di contenuto con entrambi


i genitori anche se non più coniugi.


 


L’Associazione Insieme nella Solidarietà onlus,


costituita, da persone, indifferentemente uomini


e donne, sposate e non, il 23 ottobre 2004 a


Sant’Angelo Le Fratte e successivamente è stata


iscritta nell’Albo Regionale al n. 513/2005.


Ha come finalità e attività, previste all’art. 4 dello


statuto, la realizzazione d’interventi a favore


di minori, italiani e stranieri, in stato di disagio


fisico, sociale ed economico, attraverso azioni atte


a rimuovere le cause determinanti tali situazioni.


 


L’Associazione Crescere Insieme (con punti


di riferimento in ogni parte d’Italia) è stata


fondata nel 1993 ed è costituita da persone –


indifferentemente uomini e donne, sposate e non,


con figli e senza, il cui obiettivo primario è tutelare


il diritto del minore di mantenere rapporti


continuativi e significativi con entrambi i genitori,


ancorché separati.


 


 


 


 


 


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA


Tel. 393 5410455 – 329 7747449


e-mail: adf@live.it


 


 


 


 


L’AFFIDO CONDIVISO ED IL DIRITTO


DOVERE DELLA BIGENITORIALITÀ


La società attuale si confronta sempre più spesso


con il problema della separazione coniugale che scinde


la cellula base della società e porta inevitabilmente


con sé la necessità e l’obbligo di tutelare i figli e farli


salvi dai danni bio-psico-sociali a cui sono esposti per


il solo fatto di esservi coinvolti.


Troppo spesso i figli anziché tutelati vengono usati


quali strumenti del contendere e del rancore interno


alla coppia, troppo sovente unilaterale, diventando


due volte bersagli della disgregazione in quanto assunti


ad elemento di riferimento anche in deleterei


documenti processuali.


Le norme sull’affido condiviso hanno recepito


l’importanza della bigenitorialità ma troppe sono


ancora le violazioni a tale naturale e civile precipuo


compito genitoriale, ancor più quando le decisioni


sono frettolosamente o non correttamente assunte


dalle istituzioni a cui bisogna rivolgersi per incapacità


della coppia a distinguere tra la frattura coniugale e


la continuità genitoriale.


In una società che si vuole proclamare civile e


democratica, la società del 3° millennio,


l’attenzione ai futuri uomini e donne dovrebbe


essere un bene supremo, scevro da pregiudizi


ideologici non più rispondenti alla organizzazione


sociale del nostro tempo che invece è ancora


assurdamente fermo su posizioni ancestrali come


le paure delle tribù o degli uomini del medioevo.


 


 


 


 


 


Istituzioni invitate


 


Presidente Tribunale di Potenza


Presidente Tribunale di Matera


Presidente Tribunale per i Minorenni


Presidente Camera Penale di Basilicata


Presidente Ordine Assistenti Sociali


Presidente Ordine degli Psicologi di Basilicata


Aipsi-Med – Associazione Italiana Psichiatri


Comandante Regione Carabinieri Basilicata


Questore Città di Potenza


Questore Città di Matera


Presidente Ordine degli Avvocati di Potenza


Presidente Ordine degli Avvocati di Matera


Arcivescovo Metropolita di Potenza, Muro Lucano


e Marsico Nuovo


 


Introduzione dei lavori


Presidente Associazione per i Diritti del Fanciullo


 


Interventi


 


Dibattito


 


Conclusioni


 


 


 


Con il patrocinio di:


Presidenza del Consiglio Regione Basilicata


Assessorato Politiche Sociali Pace ed Immigrazione


della Provincia di Potenza


Consiglio dell’Ordine degli Psicologi di Basilicata


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display



codice rosso

Convegno Ami 29 e 30 Novembre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Ott
25
ven
15:30 Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Prospettive di tutela della viol... @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Ott 25@15:30–Ott 26@11:30
Prospettive di tutela della violenza domestica e di genere @ 25.10.19 Lagonegro, Tribunale - 26.10.19 Maratea, Palazzo de Lieto
Evento accreditato dal COA di Lagonegro e dall’Ordine degli Assistenti sociali della Basilicata. Invito_ottobre_Lagonegro_Maratea_ 25-26-10-19Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Nov
29
ven
09:00 XI CONGRESSO NAZIONALE AMI – LE ... @ Residenza di Ripetta - Roma
XI CONGRESSO NAZIONALE AMI – LE ... @ Residenza di Ripetta - Roma
Nov 29@09:00–Nov 30@18:00
XI CONGRESSO NAZIONALE AMI - LE PERSONE NELLA RETE: "CONNESSIONE AD ALTO RISCHIO" @ Residenza di Ripetta - Roma
EVENTO IN VIA DI ACCREDITAMENTO DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA L’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) comunica che: sono ammesse max duecento iscrizioni che saranno possibili[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio