Lo sposo è un dipendente della Regione, l’altro è un belga e l’unione gay è stata celebrata ad Anversa, dove i matrimoni omosessuali sono riconosciuti, così come i diritti civili connessi. Di fronte alla domanda di congedo per matrimonio, la Giunta Regionale ha votato all’unanimità: “concesso”.


         La scelta, che farà sicuramente discutere non ha precedenti. Lascia aperti molti interrogativi, tanto che gli uffici legali della Regione hanno più volte espresso dubbi giuridici. Gli amministratori, per questo, si sono già dichiarati disposti a rifondere gli eventuali danni all’erario.


         La pronuncia dell’Avvocatura di Stato non lascia spazio ad ulteriori interpretazioni: prevale il diritto italiano, quindi al dipendente gay non è permesso assentarsi dal lavoro per andare in luna di miele.


         La Giunta, però, ha deciso di andare oltre, sciogliendo il dilemma con una decisione in chiave europeista.


Dott.ssa Cesira Cruciani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

Convegno Ami 4 ottobre 2019

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio