Vorrei un vostro parere relativamente a questa questione: La mia compagna abita sotto lo stesso tetto con me e mia figlia minorenne. La mia compagna è ufficialmente residente con mia figlia presso un’altra abitazione. Io sono ufficialmente residente nell’abitazione dove viviamo tutti e tre. La casa è intestata unicamente a me, il mutuo è intestato a me, tutte le utenze sono intestate a me. Non abbiamo beni in comune. Il rapporto è entrato in crisi e vorrei lasciare la mia compagna. La mia domanda è: quali sono i diritti della mia compagna, specialmente per quanto riguarda la casa? Potrebbe rifiutarsi di uscire di casa? Potrebbe accampare pretese al riguardo, anche economiche?

2 risposte a Compagna, Residenza e Casa di

  • Beatrice scrive:

    Sarebbe importante avere un parere legalein merito, perchè la questione che Lei pone riguarda moltissime famiglie cosidette “ricomposte”. E’ così facile, così easy per un genitore “acquisito”, ossia non biologico, mettere alla porta compagno/a e figli minori? Mi viene in mente il concetto di responsabilità genitoriale, introdotto di recente accomunandoci agli altri paesi UE, e che va a sostituire quello di potestà genitoriale. Cito dal “Sole 24 ore” del 15 luglio 2013: “Infine, in virtù dell’ultimo comma dell’articolo 316 del Codice civile, anche il genitore che non esercita la responsabilità assume il diritto-dovere di vigilare sull’istruzione, sull’educazione e sulle condizioni di vita del figlio, le cui esigenze divengono, a ogni effetto, delle priorità.” I genitori cosiddetti “acquisiti” ne sono esentati? O è ragionevole pensare che possano riflettere, mediare prima di intervenire sulle condizioni di vita dei minori?

Rispondi a Beatrice Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Set
20
ven
15:00 “Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
“Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
Set 20@15:00–18:00
“Assegno divorzile: dalla ratio della pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n.18287/18 alle diverse prassi dei Tribunali di merito” @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
SCHEDA INFORMATIVA Il convegno è gratuito solo per i soci AMI in regola con il versamento della quota associativa per l’anno di competenza. La quota di partecipazione al convegno è di €10,00 pro-capite per tutti[...]
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio