E’ da condannare per violenza privata la mamma che, sostenendo di soffrire per il malessere della separazione dal marito, sfoga il ”disagio psichico” con comportamenti aggressivi, picchiando e facendo ‘pressioni’ sui figli adolescenti quando vedono il padre o lo sentono al telefono. Lo sottolinea la Cassazione che ha deciso la riapertura del processo nei confronti di una donna calabrese assolta in primo e secondo grado dopo avere tenuto un simile comportamento. (ANSA)….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio