L’indagine conoscitiva sulle condizioni sociali delle famiglie in Italia, approvata dalla Commissione Affari Sociali della Camera, ha rilevato che la famiglia italiana negli ultimi anni è notevolmente cambiata.
Nuovi sono i “modelli familiari”.
La percentuale di nascite fuori dal matrimonio è aumentata in 10 anni del 70%, dovuta ad un progressivo dilazionamento dell’età del matrimonio. Si assiste all’aumento consistente di adulti tra i 25 e 34 anni che vivono ancora nella famiglia d’origine e che tardano a costruirsi una nuova famiglia, procrastinando il momento della procreazione.
Infatti i giovani celibi e nubili, in questa fascia d’età, che vivono ancora nella famiglia d’origine passano dal 35,5% al 43,3%.


Sono in continua crescita altri modelli familiari, formati da persone sole o da coppie senza figli. L’aumento dell’instabilità coniugale – pur contenuta rispetto alla media dei Paesi sviluppati – incrementa il numero delle famiglie con un solo genitore e favorisce la costituzione di famiglie cosiddette “ricostituite”, nelle quali uno o entrambi i partner provengono da un matrimonio precedente.
Dall’indagine inoltre si rileva l’aumento del numero dei consultori, del segretariato sociale e l’affermarsi della mediazione familiare, quali strumenti per il superamento e la prevenzione dei conflitti all’interno del contesto familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio