Il 50% delle famiglie segnala eventi di bullismo o microbullismo nelle classi dei figli. E’ la fotografia, si spiega in una nota, basata su dati Eurispes Toscana e Censis 2008, emersa nel corso di un convegno in Palazzo Medici Riccardi, sede della Provincia di Firenze, dal titolo ‘Tutti i colori del buio: i contenuti pedagogici dell’azione associativa, come risposta al bullismo e alla disgregazione sociale’. Tra le tipologie di ‘prepotenze’ rilevate, il 28,7% riguarda offese verso un solo alunno, il 25,9% scherzi pesanti o offese, quasi il 25% l’isolamento o l’esclusione dal gruppo: per oltre il 21% si parla di percosse e di furti, mentre quasi il 6% denuncia la diffusione di video umilianti e insulti via sms o mail. Nel corso dei lavori del convegno si e’ discusso anche di cyberbullismo, termine con il quale si identificano ‘azioni aggressive e intenzionali’ messe in atto tramite strumenti elettronici (sms, chat, immagini, video, siti web e blog): si va dal Flaming, messaggi elettronici violenti mirati a scatenate ‘battaglie’ verbali online, all’Harassment, ovvero molestie attraverso l’invio ripetuto di messaggi offensivi, fino all’Exclusion, cioe’ l’esclusione intenzionale della vittima da un gruppo online. A livello nazionale, il 39% dei ragazzi che frequentano le superiori conosce qualcuno che e’ vittima del bullismo digitale: tra questi, il 33% sono ragazzi ed il 35% ragazze. Nelle scuole superiori le cybervittime risultano essere il 16%, il 14% nelle scuole medie. Il bullismo digitale, inoltre, e’ piu’ diffuso fra le ragazze: il 23% delle alunne delle scuole superiori dichiara di essere stata vittima di questo tipo di violenza, a fronte di un 6% tra i maschi.


ANSA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  cinzia
    "Una sola parola da chi ha subito violensa.....schifo in tutto... "
    Leggi tutto...
  •  Daniela Bianchi
    "Questa storia somiglia a quella di un mio carissimo amico... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0Google+0TwitterLinkedin
Gen
24
gio
15:00 GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA F... @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA F... @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
Gen 24@15:00–18:00
GLI ASPETTI PATRIMONIALI NELLA FAMIGLIA @ Circolo Unificato dell'Esercito - Bologna
EVENTO ACCREDITATO PRESSO IL CONSIGLIO DELL’ORDINE FORENSE PER N 3 CREDITI FORMATIVI Partecipazione con iscrizione obbligatoria da effettuarsi esclusivamente online sul sito www.amiemiliaromagna.it Convegno 24.1.2019 Condividi...Facebook0Google+0TwitterLinkedin
Gen
31
gio
09:00 CORSO DI ALTA FORMAZIONE in “IL ... @ Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Messina
CORSO DI ALTA FORMAZIONE in “IL ... @ Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Messina
Gen 31@09:00–12:30
Il corso è rivolto ai laureati in materie giuridiche, socio-economiche o sociosanitarie, interessati alla qualificazione professionale nella gestione dei conflitti relativi all’esercizio della responsabilità genitoriale propri delle dinamiche familiari anche conseguenti all’annullamento del matrimonio, alla[...]
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio