Tre notizie positive dalla Bielorussia, riportate oggi dal portale www.sardegnabelarus.it.
La prima: oggi 5 dicembre presso il Tribunale di Vitebsk si è conclusa positivamente la sentenza di adozione di due fratellini Vladimir e Serghej rispettivamente di 11 e 9 anni presso una famiglia italiana residente in Sardegna. Le adozioni quindi non sono chiuse, qualche speranza c’è.
Il portale “Sardegna Belarus” comunica di aver appreso dal Vice Ministro dell’Istruzione T.N. Kovaliova, che i preposti uffici ministeriali stanno già da oggi prendendo in esame regolarmente tutti i progetti di risanamento relativi all’accoglienza in Italia dei bambini bielorussi durante il prossimo Natale. La piena ratifica italiana dell’Accordo Intergovernativo Italo-Bielorusso ha confermato le garanzie giuridiche che tutelano i bambini bielorussi durante il loro soggiorno in risanamento in Italia e il loro regolare rientro in patria al termine del periodo stabilito.
Confermata invece per venerdì 7 dicembre – dagli Uffici Parlamentari interpellati direttamente dal portale Sardegna Belarus – il passaggio della ratifica dell’Accordo bilaterale alla Camera Alta Bielorussa.


Fonte: vita.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

Convegno Ami 4 ottobre 2019

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio