“Secondo il Centro Studi AMI nel 2012 il 60% dei matrimoni è finito in Tribunale dopo la scoperta del tradimento del coniuge”, così l’avv. Gian Ettore Gassani, presidente nazionale dell’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti Italiani.

 “Sicuramente il telefono cellulare– afferma il matrimonialista – rappresenta la maggiore fonte di informazioni dei movimenti del fedifrago/a. Al secondo posto le scoperte avvengono attraverso i social network, in particolare facebook. E se l’infedeltà coniugale non è certo una novità nel nostro Paese, atteso che nel 65% dei matrimoni si nasconderebbe un infedele, ciò che appare quanto mai singolare è che i mariti allacciano relazioni extraconiugali con donne molto più mature delle mogli.”

E spiega: “questa volta ci si sofferma sulle infedeltà coniugali dei mariti, per i quali le prede più ambite sono le cinquantenni, seguite dalle quarantenni. Non mancano tuttavia mariti quarantenni che hanno perso la testa per donne di sessant’anni. Cade così il mito del maschio/marito italiano che si innamora della donna giovane per la quale sarebbe disposto a lasciare moglie e figli. Le procedure di separazione e divorzio, attraverso accurate istruttorie e relazioni investigative, comprovano questo trend”.

E aggiunge: “Ormai le sfasciafamiglie di oggi hanno cinquant’anni, sono più disinibite e sicure di sé, hanno una forte personalità e non temono assolutamente la concorrenza di donne più giovani. Inoltre sempre dalle indagini dei processi emerge che il 60% di queste donne/amanti  sono sposate e conducono una vita al di sopra di ogni sospetto. Si evince inoltre dalle investigazioni che si tratta di relazioni extraconiugali più durature e stabili di quelle instaurate con donne giovani”.

 “I mariti che si sono innamorati delle donne mature confessano ai legali – continua l’avv. Gassani – che le cinquantenni sono razionali e protettive, molto più appaganti sessualmente, con bassissima probabilità di gravidanze indesiderate, meno possessive e gelose”.

Inoltre: “Il 40% degli incontri con donne mature avviene in chat o sui social network, mentre negli altri casi il luogo di lavoro resta sicuramente quello più a rischio infedeltà”.

Infine: “Tale fenomeno spiega perché in Italia aumentano le separazioni e i divorzi delle coppie mature, anche dopo trent’anni di matrimonio. Nel 50% dei casi  le separazioni riguardano persone ultracinquantenni (circa 40.000 all’anno). Nel 60% delle separazioni è la cinquantenne a trascinare il marito in Tribunale, dato che si inverte in sede di divorzio”. 

4 risposte a Aumentano in Italia le separazioni e i divorzi per infedeltà coniugali: gli uomini italiani amano le cinquantenni.

  • anna scrive:

    Gli uomini che preferiscono le cinquantenni di solito hanno 60-70 anni e lasciano moglie e figli per correre dietro alle straniere che vengono in Italia per “sistemarsi” a spese nostre. (ne so qualcosa io).
    Queste donne disponibili sotto ogni aspetto, si accontentano di quello che possono ottenere a livello
    economico sfruttando al meglio “il vecchio” per poi scaricarlo quando non e’ piu’ autosufficiente!
    altro che latin lover!!!

  • anna scrive:

    questo è un moderno e devastante sistema di prostituzione, perchè viene permesso a queste donne di insinuarsi nelle famiglie, distruggerle e spolpare “il vecchio” fino a che non ha più nulla e non importa se alla famiglia danneggiata viene a mancare il necessario sostentamento, la cosa importante è che loro possano godersi i beni e la pensione sottratta alla moglie! ma non è proprio possibile rimandarle a calci nel proprio paese?

Rispondi a anna Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Camelia
    "Buongiorno Mi il mio nome e Camelia sono di origine... "
    Leggi tutto...
  •  Lara
    "La tutela non esiste, le violenze vengono rigirate in conflitti... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Giu
20
gio
15:30 Modalità e tecniche di ascolto d... @ Tribunale di Gela, Aula Moscato
Modalità e tecniche di ascolto d... @ Tribunale di Gela, Aula Moscato
Giu 20@15:30–18:30
Modalità e tecniche di ascolto del minore. Opinioni a confronto tra i diversi operatori. @ Tribunale di Gela, Aula Moscato
Evento accreditato dall’COA di Gela (tre crediti formativi). Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Giu
21
ven
10:00 PIANETA FAMIGLIA: tra innovazion... @ Viareggio, Grand Hotel Principe di Piemonte
PIANETA FAMIGLIA: tra innovazion... @ Viareggio, Grand Hotel Principe di Piemonte
Giu 21@10:00–19:00
PIANETA FAMIGLIA: tra innovazioni normative e applicazioni giurisprudenziali a che punto siamo @ Viareggio, Grand Hotel Principe di Piemonte
Evento interdistrettuale dell’AMI Toscana, Liguria ed Emilia Romagna. All’evento sono stati attribuiti 7 crediti formativi di cui 1 in materia obbligatoria (deontologia). Saranno accettate le prime 200 richieste ricevute attraverso invio ai seguenti indirizzi di[...]
Giu
27
gio
14:30 L’assegno divorzile post Sezioni... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi, Via Farini n.1
L’assegno divorzile post Sezioni... @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi, Via Farini n.1
Giu 27@14:30–18:30
L'assegno divorzile post Sezioni Unite in attesa che diventi legge la riforma approvata dalla Camera @ Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi, Via Farini n.1
Vi segnaliamo il Convegno che si terrà presso il Tribunale di Bologna, Aula Primo Zecchi, Via Farini n.1  il 27 giugno dal titolo “L’assegno divorzile post Sezioni Unite in attesa che diventi legge la riforma[...]
16:30 I maltrattamenti in famiglia e g... @ Palazzo di Giustizia di Cosenza
I maltrattamenti in famiglia e g... @ Palazzo di Giustizia di Cosenza
Giu 27@16:30–19:30
I maltrattamenti in famiglia e gli atti persecutori: delitti prodromici al femminicidio @ Palazzo di Giustizia di Cosenza
  La partecipazione è gratuita e dà diritto a n.3 crediti formativi per gli Avvocati manifesto 27 giugno  Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio